2 GUERRA MONDIALE: I TEDESCHI SALVANO IL “BOIA DI MARZABOTTO”. SDEGNO TRA LE VARIE PERSONALITA’ POLITICHE

Una sentenza a dir poco sorprendente. La procura di Stoccarda archivia il procedimento a carico del criminale di Guerra tedesco, Wilhelm Kusterer, il 94 enne ex sergente delle Ss, tristemente famoso per la strage di Marzabotto del ’44(un paesino dell’emilia dove vide l’uccisione di  800 morti, per lo piu’ donne e bambini). La procura tedesca ha giudicato un processo “inammissibile a causa della sua perdurante inabilità”. Da ricordare che, l’ex sergente ancor prima della condanna in Italia, per crimini di guerra, era stato insignito  dal suo comune tedesco, una medaglia per meriti sociali, poi ritirata per motivi di opportunita’. Sdegno da parte di piu’ personalita’ politiche, tra cui l’ex sindaco di Marzabotto, nonche’ parlamentare Pd, De Maria: “Sono ben consapevole del fatto che, dopo tanti anni, Kusterer non avrebbe pagato materialmente per i suoi crimini”, ma “è fondamentale che l’Europa unita e democratica, nata dalla tragedia della guerra e del nazismo, dimostri che non rinuncia a fare giustizia su quanto accaduto allora. È un dovere verso le vittime e i loro famigliari e un monito verso il futuro e le nuove generazioni”.

102230606-d8f4f4e8-efd8-4bb4-b37d-3f14300fc239

Previous IMPORTANTE PROTOCOLLO D'INTESA TRA UNICREDIT E SUOR ORSOLA. INVESTIMENTI SULLE START UP
Next LE MIGRAZIONI QUALIFICATE IN ITALIA. 400mila LAUREATI VIVONO ALL'ESTERO

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

NUOVO ATTACCO TERRORISTICO AD OPERA DELL’ISIS: UN KAMIKAZE SI FA ESPLODERE DAVANTI GLI UFFICI DI “SAVE THE CHILDREN”, IN AFGHANISTAN

L’Isis attacca  gli uffici della ong internazionale ‘Save the Children’ nel  Jalalabad City, provincia orientale afghana di Nangarhar, impegnando le forze di sicurezza afghane per dieci lunghissime ore. Alla conclusione

Qui ed ora

UNIVERSITA’, M5S: AD AVERSA TRAGEDIA DA CHIARIRE AL PIU’ PRESTO

“La morte sul lavoro di Luciano Palestra, causata dal crollo di un solaio della Scuola di Ingegneria ad Aversa è un evento luttuoso che si inserisce nel quadro drammatico delle

Qui ed ora

OMICIDIO DI FORCELLA, UN’ALTRA VITTIMA DI UN DIVERTIMENTO SPREGIUDICATO

Mikol Giuseppe Russo il giovane ventisettenne ucciso a Forcella lo scorso 31 dicembre, è un’altra vittima innocente di una pallottola vagante, di un divertimento che non ha più nulla di

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi