La comunità ebraica di Roma, annuncia: “Senza una presa di posizione netta di Anpi e Campidoglio in merito alla presenza di gruppi organizzati con bandiere palestinesi e kefieh l’accordo per il corteo unitario del 25 aprile a Roma salta”

Senza una presa di posizione netta di Anpi e Campidoglio in merito alla presenza di gruppi organizzati con bandiere palestinesi e kefieh l’accordo per il corteo unitario del 25 aprile a Roma salta“. Questo l’annuncio della comunità ebraica di Roma ,in merito alla manifestazione  che sfilerà alla manifestazione del 25 aprile nella capitale “con le kefieh e le bandiere palestinesi”.

“Parteciperemo al corteo di Roma del 25 aprile sfilando con le kefieh e le bandiere palestinesi e rilanciamo l’appello a tutti i sinceri antimperialisti, antifascisti, antirazzisti, antisionisti, a tutte le resistenze internazionali alla partecipazione”, era stato l’appello della Comunità Palestinese di Roma.

Lo spirito unitario della resistenza italiana – sottolinea il Campidoglio – è alla base della nostra Costituzione. A questo, e non ad altro, è dedicata la manifestazione di mercoledì che auspichiamo veda sfilare finalmente insieme Anpi e Comunità ebraica a Roma. Respingiamo ogni tentativo di strumentalizzazione della manifestazione per rivendicazioni diverse da quelle indicate dagli organizzatori stessi”. 

Previous "PASSAMI A PRENDERE IN CARCERE OGGI", LE PAROLE DEL DETENUTO COSIMO REGA: "LA SALVEZZA PUO' ESSERE RAPPRESENTATA DALLA FAMIGLIA. NEL CARCERE SI PARLA DI PASSATO E FUTURO"
Next NAPOLI: IL COMUNE ISTITUISCE L'UNITA' ANTI EVASIONE

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

AMATRICE, UN ANNO FA IL TERREMOTO CHE LA SCONVOLSE, IL VESCOVO DI RIETI:” RINVIARE NON PAGA MAI. NEANCHE IN POLITICA, PERCHE’ IL TEMPO E’ UNA VARIABILE DECISIVA”

Il vescovo di Rieti, mons. Domenico Pompili,  nell’omelia della messa ad Amatrice ad un anno dal terremoto, ha affermato che  “ricostruire è possibile” perchè a suo dire “Rinviare non paga mai.

ultimissime

CONTE, SOFFIA UN VENTO NUOVO AL SENATO E PRESENTA IL SUO GOVERNO

“Le nostre scuole e università sono in grado di formare eccellenze assolute in tutti i settori, ma non di mantenerli nel nostro Paese”. Così ha fatto il suo ingresso il

ultimissime

Greta Thunberg al Forum dei leader mondiali: “c’è maggiore consapevolezza sui cambiamenti climatici ma ancora niente è stato fatto”

“Nessuno se lo sarebbe aspettato, c’è una maggiore consapevolezza e il cambiamento climatico è diventato un tema ‘caldo’. Ma da un altro punto di vista non è stato fatto nulla,

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi