A 35 ANNI DALLA MORTE, SIANI DIVENTA GIORNALISTA PROFESSIONISTA, IL FRATELLO PAOLO: “GRAZIE ALL’ODG, GESTO CHE MI COMMUOVE”

“Consegnare a Giancarlo 35 anni dopo la sua barbara uccisione il tesserino di giornalista professionista e’ un gesto altamente simbolico, che mi commuove e mi fa pensare”. Cosi’ Paolo Siani, fratello del cronista Giancarlo, ucciso dalla camorra il 23 settembre 1985. “Mi commuove – spiega – perche’ credo che lui quel tesserino lo desiderasse davvero. Mi fa pensare perche’ l’Ordine dei Giornalisti sceglie da che parte stare. E ha scelto la parte piu’ difficile, quella che non va in tv, che non urla ma che cerca le notizie, anche quelle piu’ scomode. Per questo desidero ringraziare sentitamente il presidente nazionale Carlo Verna e quello regionale Ottavio Lucarelli. Quel tesserino bordeaux lo dedicheremo a tutti quei ragazzi che vogliono fare i giornalisti in territori difficili e a tutti quei giornalisti che, benche’ minacciati dalle mafie, continuano a fare il loro dovere e a informarci per la nostra liberta’. In fondo questo e’ il modo migliore per ricordare il sacrificio di Giancarlo”.

Previous Gli azzurri, rifinitura al San Paolo in vista del match NAPOLI-SPAL, affaticamento muscolare per Allan
Next Post covid ci saranno nuovi 30 milioni in più di poveri

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

SALERNO , MORTA UNA STUDENTESSA DI 22 ANNI

Una studentessa di 22 anni, Rosaria Lobascio di Sala Consilina, è morta la scorsa notte dopo aver accusato un malore. La giovane alcuni giorni fa si era sottoposta ad un

ultimissime

NAPOLI: SCIPPA UNA SIGNORA E FERISCE IL MARITO

I Carabinieri della stazione di Pozzuoli insieme a colleghi della locale aliquota radiomobile hanno individuato e bloccato il 27enne G. R., di Monteruscello, già noto alle forze dell’ordine, accusato di

ultimissime

Tangenziale di Napoli, fino al 20 gennaio 2020 limitazioni per lavori

La riduzione a due corsie disposta da Tangenziale di Napoli s.P.A. Sul viadotto Capodichino – a seguito della indicazione del mit di operare verifiche di sicurezza ai sensi delle vigenti

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi