A Bagnoli, lunedì 19, saranno inaugurate le prime bonifiche

Lunedì prossimo, 20 gennaio, sarà varata a Bagnoli la fase di avvio dell’operazione di bonifica dell’area ex Italsider.

Un evento cui sono stati invitati tutti i rappresentanti delle Istituzioni coinvolte nel progetto, ovvero il ministro per il Mezzogiorno Giuseppe Provenzano, il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, l’amministratore delegato di Invitalia Domenico Arcuri, il commissario per Bagnoli Francesco Floro Flores.

Si terrà a via alle bonifiche nel 2020 sarà illustrato in una conferenza stampa. Tra gli interventi di bonifica più importanti previsti dal

Nel piano di bonifica, tra gli interventi più importanti non solo la rimozione dell’amianto dall’ex area Eternit – costerà 20 milioni di euro e durerà circa 470 giorni – ma anche la rimozione della colmata a mare.

 

Previous MINORI, LA REGIONE RIPRISTINA IL DIRITTO ALLA SALUTE. IL GARANTE CIAMBRIELLO: "UNA VERTENZA DEMOCRATICA GIUNTA A BUON FINE"
Next STEFAN SCHWOCH A GLOBULI AZZURRI: “LA JUVE HA CALCIATORI FORTI, IL NAPOLI COMPRA SOLO PROMESSE E SPERANZE. ADESSO DEVE TROVARE SENRENITA’”

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

LAVORO, PALMERI: “GRANDE ORGOGLIO PER I SUCCESSI DI SELFIEMPLOYMENT”

Grande orgoglio per la Regione Campania ieri a Roma, allo Spazio Europa, ospite dell’Ente Nazionale per il Microcredito, per illustrare gli eccezionali risultati ottenuti dalle nuove imprese nate con Garanzia

Economia e Welfare

Da domani la 4 giorni di “Dialoghi sulle mafie”

A cura di Franca Pietropaolo Il Ministro alla Giustizia, Andrea Orlando, il Cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe e il Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Lucio d’Alessandro: sono questi i nomi che Mercoledì 5 Novembre alle ore

Economia e Welfare

MUSEO DELLA REGGIA DI CASTELLAMMARE DI STABIA.CIRILLO(MOV5STELLE):”ENNESIMO BLUFF PER LA CITTA’.”

“Chiediamo che si faccia urgentemente chiarezza rispetto alla realizzazione del Museo dell’antica Stabiae e della scuola di formazione in beni culturali presso la Reggia di Quisisana”. A parlare è il

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi