A Giugliano in Campania contro i roghi tossici scende in campo Sviluppo e Territorio

Il Movimento Sviluppo e Territorio, attraverso il suo fondatore On. Alfonso Longobardi, Consigliere regionale della Campania piano, e l’avv. Miriam Marino, Assessore comunale a Giugliano in Campania, rende noto quanto segue: 

“Il costante verificarsi di roghi e incendi dolosi, unitamente ai numerosissimi interventi di prevenzione effettuati nell’area a nord di Napoli e a Giugliano in particolare, dimostrano quanto grave sia l’emergenza nei nostri territori. Per questo motivo la programmazione attuata dalla Regione Campania, per fronteggiare l’imminente temporanea chiusura per manutenzione del termovalorizzatore di Acerra, ha escluso l’arrivo e lo stoccaggio anche solo provvisorio di rifiuti a Giugliano. Tutti i territori devono dare il proprio contributo per affrontare una situazione complicata che non può certo vedere mortificati quei territori che invece hanno già dato e che, da oggi in poi, dovranno essere  interessati solo dalle bonifiche e dagli interventi di riqualificazione.Siamo certi che quanto previsto dalla Regione Campania potrà consentire di attraversare questo periodo di emergenza senza scompensi e aggravio di disagi per tutti i territori interessati.Sviluppo e Territorio auspica in tal senso la massima collaborazione istituzionale tra tutti i Comuni coinvolti, la Città metropolitana di Napoli e la Regione.Serve senso di responsabilità da parte di tutti, senza strumentalizzazioni politiche”.

Previous Detenuta tenta il suicidio nel carcere di Bellizzi Irpino. Per il garante Ciambriello:"Non si può morire di carcere e in carcere."
Next Cesaro (FI): "A Roma litigano per le poltrone e la Campania brucia"

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Quindicenne rapito e torturato da coetanei a Varese

Un quindicenne sequestrato in un garage per ore da quattro coetanei, che lo hanno minacciato e torturato per farsi dare informazioni su un suo amico, che la banda stava cercando.

Qui ed ora

Strage Instanbul: identificato l’attentatore, moglie arrestata

Sarebbe il 28enne Iakhe Mashrapov, con passaporto del Kirghizistan (uno Stato dell’Asia centrale, confinante con la Cina) l’autore della strage di Instanbul, il suo passaporto risulta rilasciato dalla repubblica ex sovietica dell’Asia

Qui ed ora

AMBIENTE,MUSCARA'(M5S):”L’ARPAC NON TROVA PACE.NUOVO COMMISSARIO SENZA COMPETENZE.”

“Come segnalavamo le nostre perplessità su Vincenzo Belgiorno, nome proposto dalla giunta e poi non nominato commissario straordinario dell’Arpac così allo stesso modo oggi esprimiamo fondati dubbi sul neo commissario

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi