Acciaroli, dal 2 al 4 agosto il Festival di letterature resistenti “Immaginare il futuro”. Anteprima 1 agosto con Mario Martone

Ragionare sul presente per guardare al futuro, attraverso conversazioni e incontri con le migliori voci della narrativa, del giornalismo e del cinema d’autore. E’ “Immaginare il futuro”, la prima edizione del festival letterario internazionale “di letterature resistenti”, che si terrà ad Acciaroli: perla del Cilento, insignito delle “5 vele” di Legambiente e della Bandiera Blu, è presidio Slow Food e capitale mondiale della dieta mediterranea.  Anteprima giovedì 1 agostoalle 21,30 con Mario Martone (di cui verrà proiettato il film “Noi credevamo”, vincitore di 7 David di Donatello tra cui miglior film e miglior sceneggiatura), Karina Sainz Borgo, Valeria Parrella, Massimo Cirri, Roberta Scorrenese, Elvira Mujčič, Annalisa Camilli, Christian Raimo, Luca Restivo e Alberto Urgu. Il Festival nasce da un’idea del gruppo Left Wing e del Comune di Pollica, ed è prodotto e finanziato dalla Regione Campania con la Scabec per la direzione artistica di Flavio Soriga, Alessandro Mazzarelli e Nicola Muscas. Il programma – da venerdì 2 a domenica 4 agosto al Porto di Acciaroli alle ore 21,00 – si interroga su tematiche complesse che caratterizzano la vita di oggi: migrazioni, identità, scuola, lavoro. Si inizia venerdì 2 agosto con Massimo Cirri, lo storico conduttore radiofonico di Caterpillar, in dialogo con Valeria Parrella, voce forte della nostra letteratura, in libreria con “Almarina” (Einaudi), per discutere di istruzione e detenzione. A seguire “Storie sulla carta, storie sullo schermo – cinema, storie, memorie, futuro”: Mario Martone si racconta, moderato dagli autori televisivi Luca Restivo e Alberto Urgu. Al termine la proiezione di “Capri-Revolution”, l’ultimo lavoro di Martone presentato alla Mostra del Cinema di Venezia. Sabato 3 si prosegue con Elvira Mujčić, scrittrice e traduttrice italo-bosniaca che con “Consigli per essere un bravo immigrato” (Elliot, 2019) conferma il suo punto di vista unico e originale sul mondo dell’immigrazione, in dialogo con il giornalista di Internazionale Giuseppe Rizzo. A seguire Roberta Scorranese, giornalista del Corriere della Sera, scrittrice esordiente con “Portami dove sei nata” (Bompiani), un omaggio personalissimo alla sua terra, l’Abruzzo, a 10 dal terremoto che ha distrutto L’Aquila. Tra grandi incompiute e ferite ancora aperte, ne discuterà insieme a Massimo Cirri. Alle 22,30 “Politica, spade e draghi volanti, ovvero Game of thrones e il mondo reale”. Luca Restivo e Alberto Urgu leggono l’attualità attraverso una delle più amate e discusse serie televisive di questi anni. Domenica 4 incontro con Annalisa Camilli, giornalista di Internazionale, che dal 2014 segue i migranti in viaggio per e attraverso l’Europa, raccontando le loro storie. Autrice per Rizzoli di “La legge del mare. Cronache dei soccorsi nel Mediterraneo”, Camilli racconta di come sia cambiato il discorso pubblico sul lavoro delle Ong. A dialogare con lei il giornalista Nicola Muscas. Segue l’incontro “Narrare il presente”, con Christian Raimo, scrittore, traduttore e insegnante, in conversazione con il giornalista e scrittore Alessandro Mazzarelli. La manifestazione chiude con Karina Sainz Borgo – in dialogo con lo scrittore Flavio Soriga -, scrittrice venezuelana, autrice di “Notte a Caracas” (Einaudi), un romanzo che è il racconto di un Venezuela sprofondato nella violenza e nell’impunità.

Previous Con Insolitaguida al MANN in tour tra Blub e Corto Maltese
Next Campania | Longobardi: "Tuteliamo i malati oncologici con un voucher"

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

“Albert Watson. Fashion, Portraits & Landscapes – Fotografie dall’archivio Blumarine”, uno dei più importanti fotografi mondiali, che indaga la donna e il paesaggio

Albert Watson, firma oltre cento immagini.  tratte dall’archivio del marchio Blumarine. Infatti, la maison figlia di Anna Molinari ha voluto rendere omaggio al grande fotografo mettendo a disposizione le immagini frutto della collaborazione

Cultura

SCAVI DI POMPEI: INAUGURATA LA MOSTRA “TESORI SOTTO I LAPILLI”, DOVE POTER AMMIRARE GLI ARREDI, LE PITTURE CHE RIVESTONO LE PARETI, GLI OGGETTI PREZIOSI DEI POMPEIANI

E’ stata inaugurata lunedì 11 settembre 2017 dal direttore generale del Parco Archeologico di Pompei Massimo Osanna e dai curatori responsabili, la mostra “Tesori sotto i lapilli”,  testimonianza del gusto romano di vivere in fastose ed

Cultura

Via per sempre le bancarelle da Port’alba: il cuore pulsante della cultura partenopea

In tutte o quasi tutte le città c’è la famigerata e frequentatissima “via dello shopping”, dove i migliori brand della moda e della cosmesi italiana e internazionale “sfilano” lungo pulitissimi

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi