Addio a Laga, il “cane eroe” di Amatrice

Ce l’aveva messa tutta Laga, un pastore tedesco, per salvare quante più persone possibile dopo il terremoto di Amatrice del 24 agosto 2016. Aveva scavato tra le macerie, trovando morti e superstiti, insieme al suo padrone, Carlo Grossi, infermiere del 118 e conduttore dell’unità cinofila nell’associazione nazionale Carabinieri. Fu Laga a individuare i corpi senza vita dei figli di Carlo, uno di 23 e una di 21, sotto le macerie. Oggi, dopo una lunga malattia, Laga è morta.

L’annuncio lo ha dato lo stesso Carlo sul suo profilo Facebook: “Ciao Laga. ‘Un addio. È tramontato il sogno. Chiudo l’orizzonte. Ti bacio. E vado via’”.
Previous Alessandro Siani: "in teatro può essere festa tutti i giorni"
Next Trovato in Spagna il marito di Samira: arrestato per l'omicidio della moglie e occultamento di cadavere

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

Diminuiscono i consumi di frutta e verdura, sotto la soglia minima di 400 grammi

Dopo tre anni si inverte la tendenza dei consumi di frutta e verdura che nel 2019 diminuiscono del 3%, arrivando a 8,5 miliardi di chili. E’ quanto emerge da una

Approfondimenti

MITI DI NAPOLI : STORIA DEL CASTEL SANT’ELMO

Il Castel Sant’Elmo domina la città di Napoli dal punto più alto della collina del Vomero, situato nel Largo San Martino, da cui si gode uno splendido panorama sul centro

Approfondimenti

L’ITALIA CORRE IL RISCHIO DI ESSERE IN RITARDO PER L’APPLICAZIONE DELLE NUOVE REGOLE UE SULLA PRIVACY

L’Italia rischia di essere in ritardo per l’applicazione delle nuove regole Ue sulla privacy che partono dal 25 maggio. E, anche se ci sono le elezioni in vista, l’amministrazione deve

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi