Affonda uno scafo tra l’isola azzurra e Punta Campanella

Attimi di panico per alcuni turisti durante un giro in barca, nel pieno della passeggiata l’imbarcazione, lunga nove metri, va a fondo tra Capri e punta Campanella. Uno scafo cabinato a motore con a bordo cinque persone tra cui due bambini. Gli occupanti che erano partiti da Castellammare di Stabia con direzione Capri hanno lanciato un SOS intorno alle ore 13 che è stato raccolto da una vicina imbarcazione e dalla Guardia Costiera di Capri. Dal porto di Marina Grande partiva immediatamente la motovedetta CP 858 con a bordo i marinai addestrati per il soccorso ed equipaggiata per il pronto intervento di ricerca il salvataggio coordinati dal tenente di vascello Antonio Ricci con il supporto del caposezione tecnico operativo luogotenente Vincenzo Vitiello. Giunti in breve sul luogo è iniziata l’operazione di recupero degli occupanti lo scafo che erano in mare. Ad aiutare i militari durante l’intervento di recupero dei passeggeri anche quelli che si trovavano a bordo di una vicina imbarcazione da diporto. I naufraghi portati sulla motovedetta sono stati trasportati nel porto più vicino, Sorrento.

Previous Ferragosto nelle carceri | Il Prof. Ciambriello, garante dei detenuti campano e Salzano del Partito Radicale fanno visita al carcere di Vallo della Lucania
Next L'Italia bloccata da un finto tripolarismo

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

UNIVERSITA’ ITALIANE: LE SESSIONI STRAORDINARIE DI SETTEMBRE ED OTTOBRE POTREBBERO ESSERE ANNULLATE DA UNO SCIOPERO DEI PROFESSORI

A settembre dietro la porta dell’aula gli studenti universitari italiani in procinto di sostenere gli esami autunnali, potrenno vedere uno sciopero in atto. Oltre 5.400 tra ricercatori e professori universitari

Qui ed ora

CONGRESSO PD A NAPOLI. TRE CANDIDATI SEGRETARI: MASSIMO COSTA,NICOLA ODDATI E TOMMASO EDEROCLITE.

Mentre da Roma viene indicato il nome di Massimo Costa quale candidato della maggioranza dei renziani alla segreteria del Pd di Napoli, un nome su cui c’è stata la piena

Qui ed ora

Napoli: un rapinatore sente il suo nome pronunciato dalla vittima voltandosi viene preso dai carabinieri

Aggredisce  una donna per rubarle il cellulare, lei chiama il marito poco vicino, “Giuseppe!”, ma il rapinatore, che porta lo stesso nome, volta lo sguardo, rivelando involontariamente un indizio sulla

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi