Alessandria, i funerali dei tre vigili del fuoco morti nell’esplosione della cascina

Sirene dei vigili del fuoco e l’applauso della gente in lacrime hanno accompagnato l’arrivo delle salme di Antonino Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo, i vigili del fuoco morti nell’esplosione di Quargnento, nella cattedrale di Alessandria, dove il vescovo, monsignor Guido Gallese, ha celebrato i funerali. I feretri sono stati portati a spalle dai colleghi delle tre vittime dalla vicina piazza della Libertà tra due ali di folla. Un lungo applauso ha accompagnato l’ingresso nella cattedrale dei feretri dei tre vigili del fuoco. Le bare, avvolte dal tricolore, sono state adagiate su un tappeto rosso davanti all’altare. Sopra il casco da vigile del fuoco. Sullo sfondo le note dell’organo.

Presente alla cerimonia anche il premier Giuseppe Conte, accompagnato dal ministro dell’interno, Luciana Lamorgese, dal presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio e dal sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco. Presente anche il presidente della Camera, Roberto Fico.Coraggio, facciamoci coraggio“, ha detto Conte ai familiari delle vittime. Il premier si è fermato ad abbracciarli e a rivolgere loro le condoglianze prima di lasciare la cattedrale di Alessandria.

Il vescovo: “Siamo qui, in questo momento di dolore profondo, per chiedere la benedizione di Dio per Nino, Marco e Matteo, morti in un atto di servizio alla comunità”. Sono le prime parole del vescovo di Alessandria, monsignor Guido Gallese, pronunciate durante la cerimonia. ” In questo momento di dolore, dobbiamo scegliere l’amore di Gesù, l’unico che ci può dare la forza di non essere travolti dal male, dalla disperazione, dall’amarezza”, ha continuato il vescovo.

Le parole del capo dei vigili del fuoco: “Bisogna capire perché e chi ha fatto questo”. Lo ha detto dall’altare della cattedrale, il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Alessandria, Roberto Marchioni, spiegando commosso che siamo passati dalla speranza che tutto si risolvesse per il meglio, al rendersi conto che non sarebbe andata così all’incredulità e poi alla rabbia”.

 

 

Previous NAPOLI, CHE AMAREZZA: CORI CONTRO GLI AZZURRI FUORI AL SAN PAOLO
Next «Lasciami stare, non mi devi più toccare». Sacerdote arrestato per abusi sessuali su bimba di 11 anni a Caserta

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

SCAMPIA: AGGUATO NELLA NOTTE, VIENE UCCISO CON DIECI COLPI DI ARMA DA FUOCO UN RAGAZZO DI 21 ANNI FIGLIO DEL BOSS NOTTURNO, DEL CLAN DEGLI SCISSIONISTI

Il quartiere di Scampia è di nuovo il protagonista di un nuovo agguato, infatti, la scorsa notte a Napoli, nel quartiere è stato ucciso con una decina di colpi di arma

ultimissime

Presentazione del nuovo libro di Samuele Ciambriello: “Caro prof ti scrivo… Gli adolescenti scrivono al docente di religione”

Mercoledì 14 Novembre 2018 alle ore 16.00 presso il salone Nassiriya – Consiglio Regionale Centro Direzionale Isola F13 – Napoli, ci sarà la presentazione del libro “Caro prof ti scrivo…

ultimissime

Ecco la foto del secolo, è la prima di un buco nero

Per la prima volta è stato fotografato un buco nero. Dopo che nel 2016 le onde gravitazionali hanno dimostrato l’esistenza di questi misteriosi oggetti cosmici, arriva la prima prova diretta e l’immagine

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi