Amadeus presenta tutte le donne del suo “70esimo Sanremo”

Antonella Clerici, Diletta Leotta, Francesca Sofia Novello, Emma D’Aquino e Laura Chimenti, queste ultime due conduttrici del Tg1, affiancheranno Amadeus sul palcoscenico dell’Ariston per il 70esimo Festival di Sanremo, in programma dal 4 all’8 febbraio.

Per la Clerici è l’ennesimo ritorno all’Ariston, dove è stata conduttrice di una edizione del Festival e dove è stata anche ospite.

Ci saranno anche Monica Bellucci, Sabrina Salerno, AlketaVejsiu, Georgina Rodriguez e Rula Jebreal.

Tiziano Ferro nel cast di Sanremo, queste le sue dichiarazioni:”Sanremo mi ha fatto diventare sognatore: lo guardavo da piccolo immaginando di fare quello nella vita. A 40 anni essere felice come un bambino di 8 è una fortuna”. “Succederanno cose belle, divertenti e anche emozionanti. Amadeus è una persona appassionata, merita quello che sta vivendo adesso. Sarà una bella, bella edizione. Non vedo l’ora di esserci”.

Ospite tutte le sere anche Fiorello. “Mi hai messo già ansia..Io non so ancora una minchia di niente di cosa farò, non lo so, l’hai capito che non lo so. Cu mu feci fare..?”, ha detto lo showman.

Infine, ma la lista non è ancora chiusa, ci saranno anche la popstar Dua Lipa, Salmo, Johnny Dorelli, Massimo Ranieri, Mika, Roberto Benigni, Emma Marrone, Claudio Santamaria e Piefrancesco Favino.

Una delle novità di quest’anno è che, per la prima volta in assoluto, le cinque serate del Festival saranno segnate in diretta nella lingua dei segni italiana e andranno in onda su un canale dedicato di RaiPlay. In contemporanea con il Teatro Ariston, nello studio 4 di via Teulada, in un contesto virtuale in perfetta coerenza e continuità con la realtà vera del palco dell’Ariston, 15 performer appositamente selezionati da Rai Casting, di cui 3 sordi, interpreteranno in LIS tutti i brani delle 5 serate, compresi gli ospiti musicali. Accanto a loro, gli interpreti che normalmente collaborano con Rai per la traduzione in LIS dei tg, seguiranno invece la conduzione, e tutti i segmenti non artistici del programma.

Per la prima volta nella storia del Servizio pubblico, gli audio descrittori e speaker della Rai consentiranno a tutti i ciechi e ipovedenti la totale fruibilità del Festival, descrivendone la manifestazione in diretta, avvalendosi di un lavoro preparatorio che prevede un accurato studio di ogni dettaglio della location, della scenografia, dei costumi, dei personaggi e della scaletta del programma. L’audio descrizione sarà attiva sul canale digitale terrestre.Tutte e cinque le serate saranno interamente sottotitolate, in diretta dallo studio di produzione sottotitoli di Saxa Rubra. La messa in onda in diretta dei sottotitoli preparati si avvarrà dell’ausilio dei consulenti musicali, al fine di garantire una fedele sincronia tra sottotitolo e musicalità del singolo brano.

Previous Dazi Usa-Cina: accordo storico. Firmato l'accordo tra Trump e Liu He
Next Napoli, prossima sede per il vertice tra Italia e Francia

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

Trent’anni dopo Lady D, il principe Harry si reca nella struttura per incontrare i bambini ricoverati

Era il 29 novembre 1989 quando la principessa Diana, accerchiata da un gruppo di fotografi, entrò all’Ospedale Pediatrico di Sheffield per portare un saluto a medici e pazienti. Oggi, a trent’anni da

Cultura

Un S.O.S. per la chiesa di S. Chiara

Il complesso di S. Chiara rappresenta uno dei più importanti monumenti italiani, non tanto perché custodisce i monumenti funebri di Roberto D’Angio o della dinastia borbonica, bensì perché il 15

Cultura

Il MedEatResearch dell’Università Suor Orsola Benincasa inaugura la “Settimana della Dieta Mediterranea UNESCO” all’Expo con la “Ricetta della longevità”

Sarà il progetto de “La Dieta Mediterranea come ricetta della longevità” elaborato dal MedEatResearch, il Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, diretto dall’antropologo

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi