Amazon: spinge nel settore sanitario e compra farmacia online PillPack

Amazon spinge nel settore sanitario che vede, una farmacia online che offre medicinali e consegne a domicilio. I termini dell’accordo non sono stati diffusi.
E la stessa lancia l’affondo ufficiale anche contro Ups e FedEx. Amazon infatti sta lavorando alla realizzazione della propria rete di consegne a domicilio negli Stati Uniti: il gigante ha infatti invitato piccoli imprenditori a creare società per le consegne con al massimo 100 autisti e la possibilità di aver in leasing fra i 20 e i suoi 40 camion.
L’iniziativa rappresenta un’ulteriore spinta del gigante dell’e-commerce a guadagnare un maggiore controllo sulle sue consegne e far fronte al boom degli ordini online che Ups, FedEx e le Poste americane non sono in grado di gestire. Secondo gli analisti, più di quattro ogni 10 dollari spesi online negli Stati Uniti è per fare shopping su Amazon: il risultato è che il numero delle sue consegne ha superato il miliardo lo scorso anno.

Previous Annega a 19 anni nel Cilento
Next Giffoni Film Festival: presentata la 48sima edizione

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

I POMODORI CINESI E IL GRANO CANADESE DANNEGGIANO IL MERCATO AGRICOLO CAMPANO E NON TUTELANO I CONSUMATORI, INTERROGAZIONE DI PEDICINI (M5S) ALLA COMMISSIONE UE

L’eurodeputato del M5S Piernicola Pedicini, su sollecitazione del consigliere regionale del M5S Campania Michele Cammarano, ha presentato un’interrogazione alla Commissione europea per fare chiarezza, in relazione alle norme Ue, dell´arrivo

Economia e Welfare

Grande successo per i 130 anni della Pizza Margherita

Oltre 600 pizze sfornate, via Chiaia magneticamente attratta e letteralmente incuriosita, quattro ragazzi dell’Opera Don Guanella al forno, una quarantina di “ospiti d’onore”, indirizzati dalla Caritas diocesana di Napoli. Buon

Economia e Welfare

CARCERI :VARATO UN PIANO INVESTIMENTO CHE AMMONTA A 36 MILIARDI

“Abbiamo varato tre decreti attuativi della riforma dell’ordinamento penitenziario, è un lavoro in progress, lavoriamo con strumenti diversi con l’obiettivo innanzitutto che il sistema carcerario contribuisca a ridurre il tasso

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi