Amedeo Colella: nuovo show a San Domenico Maggiore

Riprendono le attività culturali all’aperto dell’Associazione Insolitaguida Napoli, da sempre impegnata nella promozione del territorio e della cultura napoletana, con un evento imperdibile: Martedì 21 Luglio ore 21:00 nella suggestiva cornice del cortile di San Domenico Maggiore il “professore” Amedeo Colella si esibirà in un nuovo show dedicato come sempre alle curiosità sul popolo e sulla lingua napoletana.


Quindi se avete qualche lacuna culturale sulla città di Napoli e la napoletanità , se non vi siete mai chiesti perché si usa dire “ se so’ rotte ‘e giarretelle “ oppure non conoscete i nomi degli otto Re di Napoli rappresentati dalle statue all’esterno del Palazzo Reale , è arrivato il momento di recuperare. Amedeo Colella, traduttore di paraustielli, scrittore semi serio, napoletanista nonché studioso delle cronache remote di Napoli e dei modi di dire e di fare all’ombra del Vesuvio. Un intellettuale che sorride , finalmente lo abbiamo trovato. Sapete quale è la differenza “cattedratica “ tra il crocchè e il panzarotto ? Venite , ne vedrete delle belle , conoscerete Totonno e Quagliarella che non è il papà dell’ex giocatore del Napoli , vi presenteremo o’ nevaiuolo , o’ munaciello , scopriremo che le zucchine alla scapece sono nate a Bacoli , forse.
Interventi musicali dello Chansonnier Dario Carandente voce e chitarra che riuscirà a ricreare la giusta atmosfera.
Location dell’evento speciale il cortile del Convento di San Domenico Maggiore in pieno centro di Napoli.
Per prendere parte all’evento, organizzato dall’Associazione Insolitaguida Napoli Teatro Lazzari Felici, è necessario prenotare chiamando lo 081 1925 6964, tramite whatsapp al 338 965 22 88 oppure tramite i siti web www.insolitaguida.it o www.lazzarifelici , dove è possibile procedere anche all’acquisto online.

Previous Prende il via MOSTEM: nato dal Bando Civica della compagnia di San Paolo, il progetto è dedicato alla sperimentazione di servizi culturali
Next Fase 3: Il Covid-19 crea precarietà sociale, vittima principale la famiglia

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

Ciak si gira: “Un Calcio d’Amore” di Tonino Scala diventa un film

Riuscite ad immaginare un tifoso del Napoli convogliare a nozze con una bella ultrà della Salernitana? O, ancora meglio, un sostenitore romanista pronunciare il grande “si” ad una supporter biancoceleste?

Cultura

#Parlatiascolto. Venerdì ad Airola la seconda tappa del percorso

Dopo il primo sul tema “Cultura”, si svolgerà venerdì 27 novembre ore 19:00 presso la sede del PD di Airola al corso Montella, la seconda sessione del percorso #parlatiascolto. Il

Cultura

La sfida del “Laceno d’Oro”: dal cinema all’impegno civile

Conto alla rovescia per la 39° edizione del Laceno d’Oro, il Festival del Cinema Neorealistico che dopo 26 anni si terrà di nuovo in provincia di Avellino. Si partirà il

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi