Android supporterà apparecchi acustici

Dopo l’iPhone, anche gli smartphone Android saranno compatibili con le protesi acustiche. Google ha infatti annunciato di essere al lavoro con un’azienda del settore, la danese GN Hearing, per sviluppare uno standard in grado di collegare i telefonini con gli apparecchi acustici dotati di Bluetooth.

Con la novità Google si allinea ad Apple, i cui iPhone sono già compatibili con diversi modelli di protesi acustiche. La Mela, inoltre, un paio di mesi fa ha preannunciato che i suoi auricolari senza fili, gli AirPods, in un futuro prossimo potranno essere usati come una sorta di apparecchi acustici. Gli auricolari saranno infatti in grado di sfruttare una funzione, chiamata “Live Listen”, che porta alle orecchie i suoni catturati dal microfono dell’iPhone. “Live Listen”, compatibile con alcuni tipi di protesi acustica, è stata lanciata da Apple nel 2014 per aiutare chi ha problemi d’udito a sentire meglio in ambienti rumorosi, come ad esempio un ristorante affollato

Previous La Grecia uscirà dall'ultimo dei piani di aiuto economico
Next Provare le tonalità dei trucchi senza muoversi da casa, è  lo scopo di un'intesa siglata da L'Oreal e Facebook.

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

NAPOLI , BOOM PASQUA : PREVISTI 115MILA TURISTI

Boom di turisti a  Napoli per il ponte di Pasqua, attesi a Capodichino 115mila arrivi.  Infatti ,l’aeroporto di Napoli sarà preso d’assalto già a partire da Venerdì Santo .Circa 115

Approfondimenti

CHE SIGNIFICA AMARE? ANDARE OLTRE IL PREGIUDIZIO!

Che la sveglia non piaccia a nessuno è cosa risaputa, ma che un paese democratico fatichi a svegliarsi, lascia l’opinione pubblica divisa tra dormienti e persone che sostengono sia “ora

Approfondimenti

Storytelling e allestimenti multimediali di Mostre e Musei: la rivoluzione nella fruizione e nella narrazione dei beni culturali

“Lo sviluppo del settore turistico legato ai beni culturali passa necessariamente per un rinnovamento radicale dell’esperienza di fruizione da offrire ai visitatori, che ha bisogno della creazione di nuovi percorsi

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi