ANNUALITA’ DI STIPENDIO PER COMPRARE CASA, DOPO ANNI DI RIBASSI LE ANNUALITA’ INIZIANO A SALIRE

A livello nazionale sono necessarie 6,2 annualità di stipendio per comprare casa. L’analisi delle compravendite realizzate attraverso le agenzie sul territorio nazionale nel secondo semestre del 2016 evidenzia che il 9,0% degli acquisti è stato effettuato da soggetti in pensione. Rispetto ad un anno fa (secondo semestre 2015) non si registrano variazioni significative della percentuale di acquisto da parte di pensionati, si passa infatti dal 9,3% al 9,0% attuale.
I pensionati nel 60,3% dei casi hanno comprato l’abitazione principale, nel 26,9% dei casi hanno comprato per investimento ed infine il 12,8% degli acquisti ha riguardato la casa vacanza. Rispetto ad un anno fa aumenta la percentuale di acquisti per investimento (+1,4%).

Restando su questo target di acquirenti si è constatato che solo il 9,3% degli acquisti è stato effettuato con l’ausilio di un mutuo, mentre il 90,7% della compravendite è avvenuto senza l’intervento da parte di istituti di credito.
Le richieste dei pensionati si sono concentrate maggiormente sui trilocali (35,4%), seguiti dai bilocali (29,0%) e dai quattro locali (13,6%); ville, villette, rustici, case indipendenti e semindipendenti compongono insieme l’11,3% degli acquisti.
Il 65,8% dei pensionati che ha acquistato attraverso le agenzie del Gruppo Tecnocasa è coniugato o è comunque una coppia, il 17,1% è celibe/nubile, il 12,5% è vedovo e il 4,6% è separato/divorziato.
Spostando l’attenzione sui venditori risulta che quasi un terzo di coloro che hanno venduto casa nel secondo semestre del 2016 è un soggetto in pensione (29,6%). Il 65,8% dei pensionati ha venduto per reperire liquidità, il 20,8% per migliorare la qualità abitativa ed il 13,4% per trasferirsi in un altro quartiere o in un’altra città.

 

 

 

 

Previous AGGREDISCE E MINACCIA LA MOGLIE E IL FIGLIO
Next "Tutta n’ata storia", la seconda edizione nella splendida cornice della Reggia di Portici

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

Pil: in calo su base annua. Spread torna sotto i 290, dopo aver toccato 293

Il Pil tendenziale nel primo trimestre del 2019 è tornato negativo (-0,1%) come non accadeva dal quarto trimestre del 2013. Lo rende noto l’Istat nell’ultima stima sul Prodotto interno lordo, in

Economia e Welfare

Carrefour e Tesco si alleano per “sfruttare il loro potere d’acquisto” nei confronti dei fornitori e tagliare i costi

Carrefour e Tesco si alleano per “sfruttare il loro potere d’acquisto” nei confronti dei fornitori e tagliare i costi. Lo hanno annunciato i due colossi della distribuzione che insieme hanno

Economia e Welfare

Palmeri, Risorse Umane: “Prevenzione della corruzione e trasparenza nella P.A. Adottati criteri di rotazione obbligatoria del personale”

Nella seduta odierna della Giunta Regionale, su proposta dell’assessore alle Risorse Umane Sonia Palmeri, sono stati adottati i disciplinari di rotazione per personale dirigente, del personale titolare di posizione organizzative e

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi