Anoressia, bulimia e alimentazione incontrollata

Se in Italia è partito ormai da qualche anno l’allarme obesità infantile in Campania siamo arrivati ormai a numeri da “epidemia”. Una recente ricerca del Ministero della Salute su studenti di terza elementare ha mostrato che i bambini italiani sovrappeso o obesi sono circa il 32%. Una percentuale che sale al 40% in Campania. E l’allarme non si ferma qui. Perché negli ultimi anni stanno crescendo tra i minori anche alcuni dei più gravi disturbi della condotta alimentare: anoressia, bulimia e binge eating disorder (il disturbo da alimentazione incontrollata). E poiché molti studiosi sono concordi nel ritenere che la risposta più efficace può essere quella educativa ecco che all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, ateneo dalla secolare tradizione nella formazione agli studi pedagogici, nasce il primo Master campano specificamente dedicato alla formazione di “Esperti dei disturbi del comportamento alimentare”.

 

Previous Libera denuncia il comune di Torre Annunziata alla Corte dei Conti
Next Morto Pino non si può inventarne un altro

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

Corte UE: andate all’estero con i contanti? Le somme superiori ai 10 mila euro vanno dichiarate!

Nel 2010, la società Intercontinental del Benin incaricava il sig. Oussama El Dakkak di trasportare dollari statunitensi da Cotonou  a Beirut  in aereo, con un transito nell’aeroporto Roissy-Charles-de-Gaulle (Francia).  Il

Approfondimenti

AD AIROLA(BN), IL RICORDO DI GENNARO MELONE

Nel pomeriggio di venerdì, presso il teatro Comunale di Airola, in provincia di Benevento, è stato ricordato Gennaro Melone, storico esponente della democrazia Cristiana locale prima e del PD poi,

Approfondimenti

GLI INVESTIMENTI FERROVIARI

A stare alla logica gli investimenti in infrastrutture vanno fatti dove esse sono carenti. Il sistema ferroviario meridionale e insulare è allo stremo. Dunque penserete:”Adesso il governo si mobilita e provvede”.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi