Approvato il IV Piano nazionale per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, nella seduta di ieri sera, il IV Piano nazionale di azione e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva 2016/2017, ai sensi dell’articolo 1, comma 5, del DPR 14 maggio 2007, n. 103.

Per l’individuazione delle priorità di intervento del Piano, si è partiti da un’analisi dei bisogni dell’infanzia e delle problematiche emergenti a livello nazionale e dalle tematiche che, a livello comunitario e internazionale, sono oggetto nel momento attuale di forte attenzione e rispetto alle quali è richiesta la concreta attuazione degli obblighi internazionali ratificati dall’Italia.

Il provvedimento – proposto congiuntamente dai Ministri del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, e per gli Affari Regionali e le Autonomie, Enrico Costa – definisce un panorama d’interventi a favore dei soggetti in età evolutiva ed è strumento di applicazione e implementazione della Convenzione ONU sui diritti del fanciullo.

In pratica, il Piano, si articola su quattro aree di intervento: linee di azione a contrasto della povertà dei bambini e delle famiglie; servizi socio-educativi per la prima infanzia e qualità del sistema scolastico; strategie e interventi per l’integrazione scolastica e sociale; sostegno alla genitorialità, sistema integrato dei servizi e sistema dell’accoglienza.

L’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza – istituito dalla legge n. 451 del 1997, assieme alla Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza – ha tra i suoi compiti statutari la predisposizione di documenti ufficiali relativi all’infanzia e all’adolescenza. Il Piano nazionale di azione e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva, elaborato ogni due anni, ha l’obiettivo di conferire priorità ai programmi riferiti ai minori e di rafforzare la cooperazione per lo sviluppo dell’infanzia nel mondo.

Previous La cultura abita qui. Finanziati gli eventi nel Casertano
Next PALLANUOTO UNDER 15 – ROBERTOZENO POSILLIPO CAMPIONE D’ITALIA

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

SIBILIA (M5S): “UNA SOLUZIONE PER GLI OPERAI DELL’ISOCHIMICA DI AVELLINO”

Uno degli operai più anziani dell’Isochimica, ad Avellino, è deceduto, neanche un mese fa, a causa degli effetti dell’amianto, andandosi ad aggiungere all’elenco delle vittime dello stabilimento, prima che potesse

Approfondimenti

NEL QUARTIERE DUCHESCA-MADDALENA UN PRESEPE VIVENTE PER ACCENDERE I RILFETTORI.

“Il quartiere Duchesca-Maddalena è stato ed è spesso “teatro di guerra”, quella urbana, che lascia sgomenti come solo il male sa fare. Il presepe vivente vuole essere un modo per

Approfondimenti

Fumo passivo, anche gli animali domestici a rischio. I cani e i gatti che subiscono tra le mura domestiche il vizio dei loro padroni hanno probabilità in più di contrarre una malattia. Lo svela uno studio dell’Università di Glasgow

Dopo aver messo al bando il fumo in tutti i bar, ristoranti e locali pubblici della città, gli scienziati adesso lanciano la cosiddetta “crociata animalista anti-smoking”. Il fine è bandire

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi