Inserito da Annalisa Cocco

Officina delle idee

“CASA” COME INVOLUCRO DELLE ETA’ E DELLE RIVINCITE MUSICALI DI GIORDANA ANGI

E’ uscito il 19 aprile “Casa” il primo lavoro in musica di Giordana Angi. La carriera discografica di Giordana prende via in realtà nel 2012 tra i giovani del Festival di

ultimissime

LA CATTEDRALE DI NOTRE DAME DI PARIGI BRUCIA AVVOLTA DALLE FIAMME: CROLLANO GUGLIA E TETTO, INSIEME AD UNO DEI SIMBOLI GOTICI E MAGICI DI PARIS

Alle ore 18:50, Parigi brucia in fiamme. Ad essere avvolta dalle fiamme è la maestosa cattedrale di Notre Dame,  su un’impalcatura che abbracciava la cattedrale per dei lavori di conservazione,

Cultura

“FIGLI DI NESSUNO”: IL DECIMO ALBUM DI FABRIZIO MORO A FESTEGGIARE UNA CARRIERA QUASI VENTENNALE FATTA DI RABBIA, FEDE, DROGA E MUSICA

Lo definisce un disco ” benedetto”, Fabrizio Moro che torna il 12 aprile con un nuovo album che racconta la sua vita, “Figli di Nessuno”, a due anni di distanza

Officina delle idee

CHIARA APPENDINO SUL DDL PILLON: ” UN’ ISTITUZIONE NON DEVE GIUDICARE QUALE FAMIGLIA E’ DI MAGGIORE VALORE E DARE UNA SCALA VALORIALE. UN’ISTITUZIONE DEVE ACCOGLIERE LE FAMIGLIE”

“Appena insediata ho cambiato il nome dell’assessorato da ‘Famiglia’ a ‘Famiglie’, che può essere composta da persone di sesso diverso o stesso sesso. Un’istituzione non deve giudicare quale famiglia è

Officina delle idee

LILIANA SEGRE AI GIOVANI: ” NEI LAGER NON SI VA IN GITA. NON SI FANNO SELFIE, MA SI STA IN SILENZIO MAGARI CON UN ABITO LEGGERO IN INVERNO PER SPERIMENTARE COSA SI PROVA, ANCHE SOLO PER MEZZ’ORA”

“Nei lager non si va in gita, è un pellegrinaggio. Non si mangia, non si fanno selfie ma si sta in silenzio, magari con un abito leggero in inverno per

Officina delle idee

 I CAMBIAMENTI CLIMATICI INNESCANO UN NUOVO 1968 CON MOVIMENTI GIOVANILI DIVERSI DA QUELLI DI IERI, MA UGUALMENTE PORTATORI DI VERITA’ E A VOLTE DI UTOPIA

Sta per nascere un nuovo movimento, come quelli giovanili del lontano 1968. Anno lontano perché quei giovani non esistono più, c’è lassismo e superficialità in una gioventù  che non si