Autonomia differenziata. la linea della Regione Campania.Totale accettazione della sfida dell’efficienza.

E’ stata inviata ieri al Ministro degli Affari Regionali e delle Autonomie Erika Stefani, e per conoscenza al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il documento della proposta d’intesa sull’autonomia differenziata della Regione Campania.

“Abbiamo chiesto al Ministro – ha dichiarato il Presidente De Luca – di firmare quanto prima possibile questa ipotesi di accordo. E’ una proposta che esplicita la linea della Campania sull’autonomia differenziata che verte su rigore amministrativo, riforme concrete che semplificano e non complicano i processi di riforma, sburocratizzazione. Da oggi, alle tre regioni del Nord, si aggiunge la Campania come Regione che ha formalizzato la proposta d’intesa.

Di particolare rilievo la posizione della Campania relativa a spesa storica, scuola, sanità, livelli essenziali di prestazione, fondo perequativo. Totale accettazione della sfida dell’efficienza. Difesa rigorosa dell’Unità nazionale”.

Previous TUTTO IN UNA APP, IL VIRTUALE DETTA I TREND DELLA VITA URBANA.
Next Autonomie. Il presidente Conte:"Non sottoscriverò mai una legge che slabbri ulteriormente il Paese”

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

ESERCITO A NAPOLI, LA PROPOSTA DI ALFANO E LE OPINIONI DISCORDANTI

Napoli negli ultimi giorni è stata scenario del ripetersi nuovamente di più episodi di criminalità organizzata, di violenza e micro-criminalità. Tre omicidi di stampo camorristico in meno di 24 ore,

Qui ed ora

M5S, DI MAIO: ” UN GOVERNO SENZA DI NOI E’ UN INSULTO ALLA DEMOCRAZIA”

“Abbiamo chiesto a tutti responsabilità per formare un governo presieduto dal M5S. Il Capo dello Stato ha richiamato tutte le forze politiche al senso di responsabilità e per questo lo

Qui ed ora

ITALIA- RUSSIA: LA SECONDA BILATERALE ECONOMICA A NAPOLI

Si è tenuta oggi, venerdì 18 marzo, la seconda edizione del Seminario italo-russo a Napoli (Banco di Napoli, Via Toledo 177 – Sala delle Assemblee; dalle 9.00 alle 13.10) per rafforzare

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi