Banche: da 2015 crediti deteriorati -39%

Le Non performing exposures (Npe) del sistema bancario italiano sono in forte miglioramento: il totale al lordo delle svalutazioni è passato dai 341 miliardi del dicembre 2015 ai 209 miliardi del settembre scorso. Lo afferma uno studio di Ey, il gruppo di Ernst & Young di revisione e organizzazione contabile.

Secondo la ricerca, la gestione degli Utp (Unlikely to pay, uno dei capitoli che con gli Npl formano gli Npe) è diventata una priorità per le banche italiane, con un valore dei crediti incagliati nei bilanci al netto degli accantonamenti di 52 miliardi.

Nel 2018, anche grazie al successo dello schema Gacs sulle cartolarizzazioni, le transazioni annunciate hanno raggiunto un volume di quasi 80 miliardi, con un incremento di quasi il 40% rispetto al 2017

Previous PASSA ALLA CAMERA LA LEGGE CHE OBBLIGA DI INDICARE IN ETICHETTA L’ORIGINE DI TUTTI GLI ALIMENTI
Next IL SESSANTANOVESIMO FESTIVAL DI SANREMO NON DECOLLA PER POLEMICHE E ASCOLTI IN CALO. IL BAGLIONI BIS NON FUNZIONA.

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

Ricordando Luigi Staiano, combattere la povertà che favorisce la criminalità

La città di Torre con Libera Presidio Torre Annunziata “Raffaele Pastore e Luigi Staiano”, nell’ambito della campagna nazionale “Miseria Ladra” hanno aderito all’iniziativa #SlowSudVillage, organizzata dal Gruppo di Acquisto Biologico

Economia e Welfare

ISTAT : REDDITI E CONSUMI IN RIALZO

Nel primo trimestre del 2017 il reddito disponibile delle famiglie è aumentato dell’1,5% rispetto al trimestre precedente, mentre i consumi sono cresciuti dell’1,3%. In entrambi i casi si tratta degli

Economia e Welfare

In discoteca doppio ragazzi, sequestro

Finisce sotto sequestro una discoteca in via dei Mille, a Napoli. Gli agenti della polizia municipale,e nell’ambito dei controlli per la movida, hanno riscontrato la presenza di 396 ragazzi a

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi