“BISOGNA RISOLVERE IN TEMPI RAPIDI, L’ALLACCIO ALLA RETE IDRICA COMUNALE”

Nella mattinata di venerdì, il consigliere regionale del Pd, Enza Amato, e il Garante dei Detenuti della Campania, Adriana Tocco, hanno visitato il carcere di S.Maria Capua Vetere, “riscontrando immodificato il grave problema di mancata erogazione dell’acqua”.

In questa Casa Circondariale – hanno ricordato Amato e Tocco – attualmente ci sono 1100 detenuti. E con il personale sono 1300 le persone che vivono quotidianamente tale disagio. L’impianto idrico di questa sede – hanno proseguito Amato e Tocco – non è mai stato allacciato alla rete dell’acquedotto comunale, come l’intera area limitrofa, per cui l’acqua erogata viene prelevata da un pozzo semiartesiano e filtrata attraverso un impianto di potabilizzazione. E’ del tutto evidente che una soluzione di questo tipo è insufficiente in particolar modo nel periodo estivo e per i piani più elevati dei reparti detentivi dove l’acqua praticamente c’è solo nelle prime ore del mattino”.

C’è una situazione tesa e difficile e circa 200 detenuti hanno chiesto il trasferimento, pur avendo le famiglie vicino S.Maria. Alcuni li abbiamo incontrati – hano continuato Amato e Tocco – e ci hanno raccontato che non possono lavarsi tutti i giorni, che l’acqua è razionata, che c’è un problema igienico per le cucine, questo nonostante gli sforzi che la Direzione ha messo già in atto per far fronte all’emergenza ed alleviare i disagi dei detenuti”. 

Occorre allacciare in tempi rapidi l’impianto alla rete idrica comunale – hanno proseguito Amato e Tocco. “Chi non conosce i disagi che comporta la mancanza d’acqua in una normale abitazione anche per un solo giorno? Proviamo ad immaginare cosa accade quando questo disagio perdura da circa venti anni e in un luogo dove convivono oltre 1000 persone “.

“Interesseremo della questione anche la Regione Campania – concludono Amato e Tocco – per tentare di sbloccare questa situazione così incresciosa e di mettere in atto tutte le iniziative possibili per far si che un’opera, per cui esiste già un progetto esecutivo, possa essere realizzata in tempi rapidi”.

Previous CENTO ANNI E NON SENTIRLI
Next MASANIELLO, QUEI DIECI GIORNI CHE SCONVOLSERO IL REGNO DI NAPOLI I

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

SERVIZIO DI ASSISTENZA SOCIALE, NO ALLE GARE D’APPALTO AL MASSIMO RIBASSO

Riceviamo e pubblichiamo di seguito la lettera denuncia di Luca Sorrentino, Presidente della Lega Coop (Alleanza delle Cooperative Italiane, Settore sociale, Regione Campania), relativamente alle gare d’appalto  del progetto “Oikos”

Economia e Welfare

Aleppo Est: “La città è stata distrutta di fronte ai nostri occhi”

“Sono stati abbandonati dal mondo – il mondo intero sta assistendo alla distruzione della città, ma nessuno sta facendo qualcosa per fermarla”, racconta il capo missione di MSF Carlos Francisco.

Economia e Welfare

UN ESERCITO DI EDUCATORI CONTRO DISPERSIONE SCOLASTICA E DEVIANZE MINORILI AL RIONE SANITÀ.

Come noto, ieri pomeriggio alla presenza del Prefetto di Napoli, del Vice Capo della Polizia, del Presidente della Regione Campania, del Sindaco di Napoli in rappresentanza anche dell’Anci Nazionale, del

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi