Bomba d’acqua in Campania, scuole chiuse a Napoli, Salerno e Benevento anche mercoledì: ​altre 24 ore di allerta meteo

Il sindaco Luigi de Magistris ha firmato l’ordinanza di chiusura delle scuole anche per mercoledì in tutto il territorio del comune di Napoli. Il livello di allerta, infatti, resta arancione fino alle 12 di mercoledì 6 novembre. Chiusi anche cimiteri e parchi cittadini.

Scuole chiuse domani anche a Benevento. Lo ha comunicato da poco il sindaco con un post su Facebook in cui ha scritto: «Domani scuole chiuse. Seguirà a breve mio comunicato». Sospese anche le attività didattiche dell’Università degli Studi del Sannio.

Stesso provvedimento anche a Salerno. Il sindaco di Salerno ha ordinato la chiusura dei plessi scolastici sul territorio comunale per la giornata di domani, 6 novembre. Questo a seguito dell’ultimo bollettino meteo diramato dalla sede regionale della protezione civile. Scuole chiuse pure ad Angri, Cava dè Tirreni, Castel San Giorgio, Nocera Superiore, Nocera Inferiore, Roccapiemonte e Scafati (dove resteranno chiusi anche il cimitero e le strutture sportive comunali). A Sarno e Siano, invece, oltre alla chiusura delle scuole, restano in vigore le ordinanze di evacuazione disposte dai rispettivi sindaci.

Situazione analoga ad Avellino, dove il sindaco Gianluca Festa, ha firmato l’ordinanza di chiusura delle scuole per domani. Una misura preventiva vista l’allerta meteo di categoria arancione che la Protezione Civile ha annunciato fino alle ore 12 di domani.

Previous Salvini a Napoli tra insulti ai giornalisti,slogans ed investiture lombarde!
Next Napoli-Salisburgo 1-1:Lozano risponde al solito Haaland. Ancelotti sorprende tutti con un improvviso silenzio stampa

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Sanità, M5S: Vicenda San Gennaro, direttore generale Asl Napoli 1 non si presenta all’audizione. Fatto gravissimo

“Il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro ha ritenuto di non presentarsi oggi alla convocazione in audizione congiunta delle Commissioni Trasparenza e Sanità sulla vicenda dell’ospedale San Gennaro. E’ un

Qui ed ora

Napoli: un rapinatore sente il suo nome pronunciato dalla vittima voltandosi viene preso dai carabinieri

Aggredisce  una donna per rubarle il cellulare, lei chiama il marito poco vicino, “Giuseppe!”, ma il rapinatore, che porta lo stesso nome, volta lo sguardo, rivelando involontariamente un indizio sulla

Qui ed ora

Dalla Città Metropolitana di Napoli fondi per diversi interventi, a partire dalle periferie. Donnarumma: «Grande lavoro della mia squadra e del vicesindaco metropolitano Iovino».

Ancora finanziamenti, ancora opportunità per il Comune di Palma Campania di mettere mano ad altre opere che l’amministrazione Donnarumma aveva posto come prioritarie nella propria azione di governo e nel

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi