Boom Cultura a Napoli: 9 mila visitatori per la domenica “Io vado al museo”

Grande successo per la cultura napoletana, la città sempre di più al centro del turismo. Il Museo Archeologico di Napoli ha avuto circa 9 mila ospiti grazie anche all’aiuto della domenica gratuita, infatti ieri era la giornata dell’iniziativa “Io vado al museo”. Fortunati i turisti che hanno potuto ammirare le opere dello scultore Antonio Canova, ancora in esposizione, disponibili anche le  tavole del fumettista Hugo Pratt.  Lunghe file sin dal mattino e una diretta social per regalare, ogni mille visitatori, una card per il museo Il direttore Paolo Guillerini ha espresso gioia in una dichiarazione sul quotidiano La Repubblica con le seguenti parole:“Puntiamo a quota diecimila e presto apriremo nuovi spazi e percorsi”. Inoltre la direzione ha commentato la notizia con il seguente post sui social: “8.372 visitatori per questa domenica gratuita al MANN. […], il dato di presenze più alto di sempre, ma soprattutto una giornata corale e colorata, vissuta insieme. Sorrisi, semplicità, voglia di fare e condividere sapere: come piace a noi e…come piace alla città! Grazie!” Un’affluenza copiosa ed estremamente positiva per il capoluogo campano, in continuità con i dati, che confermano Napoli tra le mete turistiche più gettonate di sempre.

A cura di Alessandra Martino

Previous La Notte Europea dei Musei 2019 a Cori
Next Auto: immatricolazioni aprile +1,5%

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Vincenzo De Luca: “Il PD sembra un circo equestre”

Vincenzo De Luca interviene sulle Primarie in Campania e chiama a raccolta i suoi sostenitori per sabato 14, alle ore 11 al Filangieri di Napoli : “E’ una vergogna insopportabile.

Qui ed ora

Primarie Campania 2015: prevenire è meglio che curare

Ieri sera, dopo che avevo già fatto cadere nel vuoto un paio d’inviti giunti “a mezzo sms”, ho ricevuto una telefonata dal PD metropolitano in cui, in qualità di coordinatore

Qui ed ora

Scuola, M5S: Ministero contro i docenti precari campani. “Pronti a dare supporto legale”

Ci troviamo di fronte a una vera ingiustizia perpetrata contro i docenti precari campani. Le assegnazioni-trasferimenti previste dalla ‘Buona scuola’ hanno danneggiato in modo pesante gli insegnanti meridionali che si

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi