Brexit: no al secondo referendum

No a “un secondo referendum” sulla Brexit. Così Boris Johnson,  che ha sollecitato il partito a sconfiggere Corbyn con “i valori conservatori” e senza seguirlo su una via che a suo dire impoverirebbe il Paese. Una fatta via di “nazionalizzazioni”, “tasse su business”, “soviet nei cda” delle aziende, ha tuonato, accusando i laburisti di voler tornare agli anni ’80, di predicare il marxismo-leninismo, di “tollerare l’antisemitismo”.
“Sulla Brexit vogliamo un accordo e chi pensa che un no deal sia la soluzione migliore non si rende conto delle conseguenze”.
Lo ha detto Jean-Claude Juncker alla Plenaria a Strasburgo. “Sulle frontiere in Irlanda ci atteniamo alle posizioni che abbiamo presentato molte volte: l’Irlanda per prima”, ha aggiunto Juncker.

Previous Parcheggiatori abusivi, obbligo dimora
Next I ROMANZI DIVENTANO STORIE DI INSTAGRAM

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

ISTAT: CRESCE IL NUMERO DI OCCUPATI

A luglio 2017 la stima degli occupati cresce dello 0,3% rispefto a giugno (+59 mila), confermando la persistenza della fase di espansione occupazionale. Negli ultimi due mesi il numero di

Economia e Welfare

Sport e disabilità. L’Italia alla prima edizione di Invictus Games a Londra

“Gli Invictus Games rappresentano una nuova sfida e un nuovo modo per continuare a servire il Paese. Abbiamo dimostrato il massimo impegno sempre in tutte le occasioni in cui come

Economia e Welfare

Una canzone per gli abitanti del ponte Morandi

“È un progetto nato dalla pancia, un brano scritto di getto poche ore dopo il crollo. Ero a San Francisco, ho trovato un piano e l’ho buttato giù, sono orgoglioso

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi