CAIVANO: IL CASO DI FORTUNA LOFFREDO NON HA PACE, SI DISCUTE IN TRIBUNALE SULLA ADOZIONE DELLE TRE BAMBINE COINVOLTE

Non vi  è tranquillità  per le tre bimbe di Parco Verde di Caivano, la provincia di Napoli,  che con le loro dolorose  confessioni hanno permesso di far arrestare e condannare il patrigno Raimondo Caputo per l’assassino di Fortuna Loffredo, la bimba di sei anni uccisa nel giugno 2014  dopo essere stata buttata giù dalla terrazza di uno degli stabili del Parco. Vittime anch’esse degli abusi di Caputo e dell’incoscienza della madre Marianna Fabozzi, condannata a 10 anni per non aver impedito le violenze sulle figlie, le tre bambine sono comparse nell’aula di giustizia della Corte d’Appello di Napoli   perché si devono prendere accordi  sul loro stato di adottabilità, su cui peraltro il tribunale si era espresso già in maniera positiva  in primo grado.
A questa decisione però si sono opposte la madre, la sorella di quest’ultima, Michela, zia delle bimbe, e la nonna: ‘dimenticandosi’ del male protratto  alle bambine con il loro comportamento, si sono opposte alla sentenza di adottabilità con distinti ricorsi.

Previous CAMPANIA, LEPORE:" LA CAMPANIA OGGI E' LA PRIMA REGIONE ITALIANA PER LA CAPACITA' DI ATTIRARE INVESTIMENTI PRODUTTIVI"
Next NAPOLI ,ALLENAMENTO A CASTELVOLTURNO : GLI AZZURRI PREPARANO IL BIG MATCH CON L'INTER . INSIGNE TRA I CONVOCATI .

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

BREXIT, THERESA MAY:” LA GRAN BRETAGNA RESTA UN FIERO MEMBRO DELLA FAMIGLIA DELLE NAZIONI EUROPEE. LASCIAMO L’UE MA NON LASCIAMO L’EUROPA”

“Voglio reiterare a tutti gli italiani e ai cittadini Ue che vivono nel regno Unito che vogliamo che restiate, siete preziosi per noi e vi ringraziamo per il vostro contributo”.

Qui ed ora

Giorgio Napolitano: “I comportamenti elettorali hanno mostrato quanto poco avesse convinto l’auto-esaltazione dei risultati ottenuti negli ultimi anni da governi e da partiti di maggioranza”

“I comportamenti elettorali hanno mostrato quanto poco avesse convinto l’auto-esaltazione dei risultati ottenuti negli ultimi anni da governi e da partiti di maggioranza”. Cosi si è espresso  Giorgio Napolitano, nella

Qui ed ora

MATTARELLA :”LA SOLIDARIETA’ E’ NEL DNA DEGLI ITALIANI “

“Qui si respira solidarietà, e questo è un patrimonio del nostro popolo, nel Dna degli italiani vi è la solidarietà”.Cosi si è espresso  il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, parlando

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi