Calunnia e arresto illegale, condannati 3 carabinieri

Sognavano una ricompensa al valore, un encomio, i tre carabinieri condannati a 9 anni di carcere a testa, dal giudice per le indagini preliminari Santoro, del Tribunale di Napoli Nord.
Per riuscire nell’impresa di ottenere i loro subdoli scopi i tre carabinieri inventarono un falso caso di terrorismo, arrestando un ghanese pur sapendolo innocente. In particolare i veri malviventi in questione, paradossalmente i carabinieri, accusarono l’extracomunitario di custodire armi clandestine palesando l’ipotesi di un suo coinvolgimento in attività terroristiche, premeditando false prove organizzate a tavolino e incolpando successivamente il ghanese.
I carabinieri, all’epoca dei fatti in servizio presso la compagnia dei carabinieri di Giugliano in Campania, ammisero le loro responsabilità durante le indagini.
Sono stati ritenuti colpevoli di arresto illegale, falso ideologico, calunnia, ricettazione, danneggiamento, detenzione e porto illegale di armi clandestine, venendo assolti dall’accusa di rapina.
L’ironia della sorte che dal sogno encomio li ha portati giustamente dove meritano, dietro le sbarre.

Ferdinando Nardone 

Previous Bando per la terza edizione del master di I livello in “Criminologia, Psicopatologia Criminale e Politiche per la Sicurezza Sociale”
Next Cori, riqualificazione di Piazza Signina: i vincitori del Concorso di Idee

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

BILANCIO DI PREVISIONE DELLA CITTA’ DI NAPOLI, LEGACOOPSOCIALI:”NON C’E’ MAI FINE AL PEGGIO”

Che il welfare fosse ormai sparito dall’agenda politica locale e nazionale è una cosa nota, me che anche i pochi rimasti a difenderlo poi, nei fatti, lo svuotano di significato

ultimissime

Nicodemo, Pd: “Si stima che abolire il Patto di Stabilità liberi 2-3 mld anno di investimenti per Enti locali. Chi ha votato contro ha votato contro questo”

di Francesco Nicodemo La Camera ha approvato le modifiche in materia di equilibrio di bilancio di regioni ed enti locali. Cioè abbiamo abolito il Patto di Stabilità (aka Patto di

Approfondimenti

Le cinque ragioni di una sconfitta

Di Ernesto Galli Della Loggia – Corriere della sera La personalizzazione controproducente, certo; e poi l’eccessiva invadenza mediatica; poi ancora il fatto di avere contro 4/5 dei partiti del Paese

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi