Campania con i Rom: il Comitato incontra l’assessore Gaeta

L’Assessore alle politiche sociali del Comune di Napoli, Roberta Gaeta, ha incontrato il Comitato Campano con i Rom. Di seguito i contenuti emersi dal confronto tra le parti, con i quesiti posti dal Comitato e le risposte dell’Assessore.

Quali i progetti del Comune per i Rom dell’ex via del Riposo? Quali strutture si hanno in mente per sistemarli?

Rimane il sito già individuato prima dello sgombero nell’area di via del Riposo, che per ragioni di riservatezza non viene comunicato. Si provvederà alla infrastrutturazione del suolo con i servizi essenziali (acqua,luce, fogne e video sorveglianza richiesta dagli stessi Romeni).  Sta lavorando alla realizzazione del progetto una commmissione tecnica. Esiste qualche difficoltà burocratica per l’installazione di manufatti edilizi. Il sito potrebbe contenere circa 500 persone del precedente campo e forse anche altre  di via delle Brecce  Tempo di realizzazione: 4 mesi. E’ disponibile un finanziamento specifico (400.000 euro), che non è quello del vice-sindaco Sodano per la bonifica del campo sgomberato. E’ stata acquisita per questo intervento una non ostilità del Presidente della Municipalità nel rispetto reciproco.  

Ha potuto lei visitare personalmente via delle Brecce e i 1000 Rom che sono lì? Può permettersi il Comune di Napoli di tenere una bomba così? Senza WC, senza acqua, senza corrente elettrica?

L’assessore penserebbe di installare fontanelle per l’acqua, avendo gli abitanti dei due campi o almeno di uno per quanto mi consta generatori di elettricità. Per la situazione sanitaria ho sollecitato l’installazione di un presidio sanitario specialmente per la presenza di tante donne e bambini. L’assessore ha sollecitato l’Asl per una presenza  diretta di operatori sanitari nei campi.

A che punto la situazione delle case erigende di via Cupa Perillo?

Si attende a  breve l’approvazione   della variante urbanistica dalla Giunta, poi la variante con il progetto tecnico del villaggio sarà  presentata  in Regione. Il Laboratorio poi  sarà convocato tempo quindici giorni.

Per comunicazione e consultazione continuativa in merito a  questi  ed altri progetti è stata sollecitata la formazione proposta  di una CONSULTA ROM con la partecipazione di rappresentanti  Rom dei vari campi, delle associazioni e gruppi operanti a favore dei rom compreso il “Comitato campano con i rom”. L’assessore si è detta d’accordo. La questione può essere risollevata in occasione nella convocazione del Laboratorio. L’assessore ha anche comunicato che è stata sboccata la procedura per la ristrutturazione della struttura di via delle Industrie. E’ previsto anche un intervento finanziato di bonifica del campo ufficiale alle spalle del carcere di Secondigliano, la cui manutenzione è stata trascurata, per poi individuare soggetti con compiti specifici di manutenzione del campo. Inoltre, in seguito al triste episodio  dello sgombero di via del Riposo,  per una adeguata conoscenza delle strategie di inclusione sociale dei Rom non solo da parte dell’opinione pubblica, è stato proposto un Seminario di aggiornamento sulle Strategie nazionali, regionali, comunali e del ruolo delle associazioni, rivolto ai componenti della Giunta, del Consiglio comunale, alle Associazioni, ai media ed alla cittadinanza. L’iniziativa ha trovato l’accoglimento dell’Assessore cui è stata dato  disponibilità per l’organizzazione dell’evento.

Previous Piazza Bellini, la movida della “munnezza”
Next Vinitaly: spazio all'eccellenza campana

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

L’Olio delle Colline, bilancio dell’edizione 2019

96 aziende partecipanti al XIV Concorso “L’Olio delle Colline”, tra iscritte alla CCIAA e non; 15 quelle al IV Concorso “L’Oliva Itrana”; 32 bottiglie con etichetta e 33 operatori dell’agroalimentare e dell’artigianato

Economia e Welfare

GLI ITALIANI GODONO DI BUONA SALUTE E SALE L’ASPETTATIVA DI VITA E TARDANO AD ANDARE IN PENSIONE

Gli italiani hanno molta  buona salute ed hanno un’ottima aspettativa di vita ma, visto il ritardo di 3 anni del momento di andare in pensione rispetto alla media europea, ci

Economia e Welfare

RITIRATI DAL MERCATO 12 MILIONI DI BARATTOLI LACTALIS: RITROVATA SALMONELLA NEL LATTE PER I NEONATI

Il prodotto più noto del marchio  Lactalis, il latte in polvere per bambini , ha contaminato almeno 38 neonati con il virus della salmonella: tra cui 37 in Francia, uno

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi