Campania, scossa di terremoto avvertite nelle zone di Salerno e a Campi Flegrei

Nella notte c’è stata una scossa di terremoto di magnitudo 3.8 nel Vallo di Diano, a sud di Salerno. La scossa fortunatamente non ha provocato nessun danno a persone o cose, ma la paura dei cittadini è stata tanta, tanto che gli stessi avevano abbandonato le proprie abitazioni rifugiandosi in strada. Questa mattina, in via precauzionale, resteranno chiuse le scuole e gli uffici di tutte le zone colpite dal sisma. A proposito del sisma che ha colpito diverse cittadine della zona sud di Salerno, il l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) ha rivelato che il sisma ha avuto ipocentro a 11 km di profondità nella zona di Padula.  La scossa è stata avvertita anche nel Golfo di Policastro, nel basso Cilento, nel Tanagro ed in alcuni centri del Potentino confinanti con il Vallo di Diano. Inoltre i sindaci delle zone colpite hanno emanato delle ordinanze finalizzate a specifiche verifiche sismiche.

Intanto diversi giorni fa a Napoli, nella zona flegrea c’è stata una scossa di terremoto di magnitudo 1.3. Una scossa non molto potente che però è stata avvertita dai cittadini che vivono nella parte alta di Pozzuoli. L’epicentro della zona era tra via Napoli e l’Accademia Aeronautica, profondità di circa un chilometro, come riferito dal direttore dell’Osservatorio Vesuviano Francesca Bianco. Nello stesso giorno sono stati  7 gli eventi di piccola intensità nell’area flegrea, tutti registrati sul sito dell’Osservatorio. Quindi è chiaro che c’è attenzione massima da parte degli esperti che monitorano la zona definita “l’area più pericolosa del mondo”, come affermano gli scienziati, sull’area che attualmente è posizionata sul livello giallo, quello definito di “attenzione”. Mentre nelle zone Flegrea si verificavano queste scosse,  il presidente della Decima Municipalità Diego Civitillo, geologo di professione, commenta così i dati pubblicati dall’osservatorio “Per la questione Campi Flegrei sappiamo bene che ci sono livelli in aumento, e che la risposta attuale è diversa dalle precedenti. Purtroppo l’Ingv spesso è poco chiaro nella gestione e nell’interpretazione dati. così come i parametri utilizzati dalla Protezione civile per classificare i livelli di allerta sono ‘diversamente scientifici’ a mio parere. Dall’ultima frase , comunque, immagino che siano i dati geochimici presentati ad essere errati”. 

 

 

 

Previous Viaggio all’interno del volontariato in carcere Attività dell’Associazione “Carcere VI.VO” (Vincenziani Volontari)
Next IL VIDEOGIOCO KINECT, FAMOSO PER VIDEOGIOCARE ED USARE IL PC CON LE MANI LIBERE, VA IN PENSIONE

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Caserta, il giornalista Mario De Michele denuncia agguato: mi hanno sparato contro

Il giornalista casertano Mario De Michele, direttore di Campanianotizie.com, ha denunciato ai carabinieri di essere stato vittima di un agguato a colpi di arma da fuoco a Gricignano d’Aversa; ignoti

Qui ed ora

DI MAIO PRESENTA IL NUOVO PROGRAMMA DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE: MENO TASSE E PIU’ DIRITTI AI CITTADINI

Luigi Di Maio dal palco della scuola di governo M5s a Pescara ha presentato il programma elettorale del Movimento. Nel frattempo ha  presentato alcuni degli esterni che “lavoreranno con il Movimento” nelle

Qui ed ora

PROGETTO PERIPLO DELLA RETE CAMPANA: MIGLIORA IL RAPPORTO PAZIENTI E ONCOLOGI

La creazione del progetto Periplo sulle reti oncologiche regionali. Un progetto in fase avanzata in Campania, Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana, Umbria, Liguria, Puglia e nella provincia autonoma di Trento in

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi