CAMPOLI:FEMMINICIDIO.COSA STA ACCADENDO?NON BISOGNA ARRENDERSI.

Leggo di molti uomini che dalle sembianze e comportamenti sembrano persone del tutto normali e all’improvviso si scagliano violentemente verso le proprie compagne, al punto di ammazzarle con una ferocia inaudita. Negli ultimi giorni ben quadro donne sono state uccise o ridotte in fin di vita in più zone della nostra penisola. Dal sud al nord Italia.
C’è da domandarsi. Cosa sta accadendo? E perché? Quali le ragioni?
C’è qualcosa che mina ormai la consuetudine quotidiana e, quindi, la stessa famiglia, che va analizzata e che porta drammaticamente alla distruzione di interi nuclei familiari.
Nei mesi sino ad oggi trascorsi del 2017 sono ben più di cinquanta i delitti nel nostro paese di donne ad opera dei loro uomini. Mariti, amanti o compagni. Il terribile femminicidio non va preso sotto gamba. Non bisogna arrendersi.
Quello di cui ho timore e la normalità che mostrano in pubblico tali autori di scelerati delitti prima di compiere gli atti. Quella cultura retrograda del possesso dell’uomo sulla donna, che si pensava superata é, invece, tra i principali motivi che sono alla base dei diversi massacri.
La paura che mi investe e che tutti all’improvviso possano trasformarsi in feroci assassini, senza che nulla li fermi. Forse é arrivato il momento che il rispetto e il valore del sesso femminile venga ripreso dal basso. Insegnandolo e facendolo comprendere ai bambini sin dai loro primi affacci sulla società d’oggi.
L’indignazione che si coglie a posteriore nell’opinione pubblica, quando si registrano i picchi dell’ingiustificato fenomeno, a poco serve. La battaglia va combattuta ripeto riprendendo il bandolo della matassa dalle nuove generazioni. Serve un’educazione mirata per combattere comportamenti violenti che sono anche il sintomo di una società molto incattivita.
Occorre, quindi, diffondere più tolleranza e accettazione reciproca nei legami nell’ambito della comunità, meno prevaricazione. Almeno così si spera, affinché si possa imprimere una nuova marcia.
Nicola Campoli

Previous CONTINUA L'EMERGENZA DEI MIGRANTI:POLEMICA PER LO SBARCO A MESSINA
Next JOSE' M.CASTILLO:"E' URGENTE RINNOVARE LA TEOLOGIA E LE DECISIONI DELLA CHIESA."

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

Community Partnership Day 2017: A Torre Annunziata i dipendenti Novartis dedicano una intera giornata alla difesa dell’ambiente

Sono oltre 180 i dipendenti dello stabilimento Novartis di Torre Annunziata che il 12 giugno trascorreranno la loro giornata lavorativa occupandosi della pulizia della spiaggia di Rovigliano, il tratto di

Officina delle idee

Valente (PD): «Vogliamo contribuire ad una proposta di governo che torni a dare speranza e apra per l’ Italia una fase nuova»

Di Ciro Garofalo   Dopo l’ iniziativa di Fonderia delle Idee andata in scena a Bagnoli, un altro seminario politico, organizzato dall’ associazione Rifare l’ Italia, si tiene in Campania

Officina delle idee

DE LUCA: “LA MIA CAMPAGNA E’ CONCENTRATA SUL PROGRAMMA, NON SULLE POLEMICHE”

Punta sempre di più sui contenuti programmatici la campagna di Vincenzo De Luca che – in attesa dei prossimi incontri tematici e dell’evento “De Luca per Napoli”, in programma sabato

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi