CANCRO AL PANCREAS, UNA MOLECOLA DELLA CANNABIS AIUTA A SOPRAVVIVERE ALLA MALATTIA

Da un composto della cannabis nuove speranze contro il cancro al pancreas: uno studio sui topi ha dimostrato infatti che una molecola della cannabis – il cannabidiolo – insieme alla chemio triplica la sopravvivenza degli animali.

“Si tratta di un risultato degno di nota – afferma l’autore principale del lavoro, Marco Falasca dell’ateneo londinese -. Abbiamo visto che topi con cancro al pancreas sopravvivono quasi tre volte di più se una sostanza estratta dalla cannabis si aggiunge al loro trattamento chemioterapico (Gemcitabina)”. Il cannabidiolo è già approvato per l’uso clinico, rileva, “e ciò significa che potremo rapidamente passare ai test clinici su pazienti. Se riusciremo a replicare gli stessi risultati sulle persone, il cannabidiolo potrebbe entrare in uso quasi immediatamente senza dover aspettare i tempi tecnici di approvazione di ogni nuovo farmaco da parte delle autorità regolatorie”.

Previous Free Wall Needed, Wall n2: l’esposizione a Napoli
Next VENEZUELA :LA CRISI DEI PROFUGHI E' PARAGONABILE A QUELLA DEL MEDITERRANEO

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

DECRETO MEZZOGIORNO: VIENE POSTA LA FIDUCIA ALLA CAMERA

Il Governo pone la questione di fiducia alla Camera sul decreto legge Mezzogiorno. Lo annuncia nell’Aula di Montecitorio il ministro per i Rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro. Come hanno avuto

ultimissime

ITALIA, MATTARELLA: ” C’E’ BISOGNO DI LIBERTA’ E FRATELLANZA “

“Non era, quella fascista, la Patria che aveva meritato il sacrificio eroico di tanti soldati italiani. La Patria, che rinasceva dalle ceneri della guerra, si ricollegava direttamente al Risorgimento, ai

ultimissime

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016: DEJA VU TRA DE MAGISTRIS E LETTIERI, TONFO PD

Ci si appresta dopo 4 anni, ad nuovo dèja vu per le elezioni a sindaco di Napoli, tra il candidato lista Dema, nonche’ sindaco uscente, De Magistris e il candidato

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi