CANTASTORIE-FRAMMENTI DI TEATRO E MUSICA SULLA TERRAZZA PANORAMICA DEL PARKER

Il 10 luglio la terrazza del Grand Hotel Parker’s ospita Cantastorie-Frammenti di Teatro e Musica, di e con Carlo Vannini e Michele Maione. L’appuntamento è per le ore 20.00, dopo il consueto aperitivo al tramonto delle 19.30.

Cantastorie è uno spettacolo musicale che si propone di tracciare un originale percorso in note, alla riscoperta della tradizione della canzone italiana. I due artisti partono dalla musica popolare, affrontano l’universo canoro della Napoli dell’800 ed approdano alla cultura cantautorale. L’irriverente scrittura di Giorgio Gaber, la forza di Gabriella Ferri e la malinconica ironia di Luigi Tenco sono il pretesto per improvvisare, sperimentare e fondere varie sonorità, creando musica nuova. La natura della performance, giovane e dinamica, è tracciata su due linee: quella più spiccatamente teatrale che si snoda attraverso la macchietta e la poesia, e quella più propriamente musicale che regala energia e suggestioni.

Il racconto in musica è intervallato dalle interazioni con gli spettatori, i quali sono coinvolti in un viaggio, nel tempo, attraverso le emozioni. Cantastorie vuole lasciare negli occhi del pubblico immagini e visioni, “frammenti”, appunto, “di teatro e musica” che hanno come obiettivo quello di educare al sogno il cuore di chi ascolta.

 

Note allo spettacolo

«Definire “Cantastorie” uno spettacolo o un concerto non è esatto. Noi preferiamo considerarlo una vera e propria festa. Infatti è questo lo spirito col quale decidiamo di esibirci davanti al pubblico, ogni volta. Come due saltimbanchi ci divertiamo ad invadere gli spazi teatrali e a rompere il velo della quarta parete, rendendo partecipi gli spettatori. Non importa se attraverso una macchietta, una canzone d’autore o un inedito, con le nostre mille facce e con i vari strumenti a disposizione, tentiamo d’ inventare uno spettacolo nuovo, ogni sera, per il pubblico sempre diverso che ci siede difronte. Abbattuta la distanza, che solitamente crea il palco, con una carezza, a volte con uno schiaffo, c’interessa toccare l’animo delle persone per condurle verso un immaginifico viaggio, attraverso i ritmi, le emozioni e le parole di tutti quegli autori che abbiamo amato incondizionatamente, anche solo per un attimo della nostra vita. La musica è il mezzo più adatto perché è capace di renderci tutti uguali e senza filtri. Da qui nasce l’esigenza e la convinzione forte che solo la conoscenza, il rispetto e l’amore per le proprie origini, possano far nascere oggi la voglia di rinnovare e creare, partendo dalla tradizione, musica nuova.»

Previous NO ALLA STABILITA' A TUTTI I COSTI IN EUROPA
Next ESTATE E SOLITUDINE, IL POPOLO FRAGILE DI NAPOLI

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

IL SALOTTO A TEATRO OSPITA LELLO ARENA E LA COMPAGNIA DI MISERIA & NOBILTA’

Sabato 2 novembre alle ore 18,30 al Teatro Comunale di Caserta nuovo appuntamento del ciclo “Il Salotto a Teatro”, incontri tra i protagonisti della scena e il pubblico.  Ospite de

Cultura

“Marylin e Magnum”: il grande talento unito alla fotografia dei grandi artisti

Un talento per la macchina da presa; un rapporto speciale con l’obiettivo fotografico. Di Marilyn Monroe, del suo corpo prorompente, del suo viso sensuale, rimangono molte celebri fotografie, impresse nella

Cultura

NAPOLI, INIZIA LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO CIVICO

Al via la nuova stagione del Teatro Civico 14 con Michele Sinisi e la sua performance sul Riccardo III in scena sabato 13 ottobre, alle ore 20.00. Il testo di Shakespeare si apre con un monologo di Riccardo che

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi