CAPODANNO 2017: IN PIAZZA DEL PLEBISCITO SI FESTEGGIA CON IL TRADIZIONALE CONCERTO E I FUOCHI D’ARTIFICIO

Il Comune di Napoli ha organizzato per festeggiare l’arrivo del 2018 un maxi concerto in piazza Plebiscito si sfideranno a colpi di canzoni circa 100 artisti che proporranno al pubblico brani pop, canzoni popolari dei Sud del mondo senza dimenticare le canzoni classiche in lingua napoletana.

Il concerto si propone di essere “un grande juke box della musica dei Sud” e per l’occasione i Terroni Uniti, con la partecipazione di Capitan Capitone, hanno scritto la canzone ‘Non è che l’iniziò, vera e propria colonna sonora della notte di Capodanno targata Napoli. Sul palco, oltre al nutrito gruppo di artisti che si sono uniti sotto il nome di Terroni Uniti, anche i Capitan Capitone guidati da Daniele Sepe. Con loro ci saranno anche Sal Da Vinci, il giovane talento Andrea Sannino, Luchè, i Desideri, Assurd, Elisabetta Serio, Rosanna Iannacone e Andrea Rossi, Massimo Aliberti ‘Discoteca Nazionale’, Gianni Simeoli che condurrà la serata con la partecipazione dei Pizzaiuoli Unesco Band. Ma la serata si arricchirà anche della partecipazione in collegamento da Milano di Teo Teocoli e da Foggia di Pio & Amedeo. Il concerto prenderà il via alle 20.30 per concludersi dopo la mezzanotte. E  per dare il benvenuto al 2018 ci saranno i  fuochi d’artificio a Castel dell’Ovo all’1.30.

Previous LE NOVITA' DEL 2018: DAL WEB AI VIAGGI CON MAGGIORI RESPONSABILITA' PER I TOUR OPERATOR
Next NAPOLI , RIPRESA DEGLI ALLENAMENTI : GLI AZZURRI PREPARANO IL MATCH DI COPPA ITALIA CONTRO L'ATALANTA

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

CALCIO INTERNAZIONALE , LE BANDIERE DEI CLUB EUROPEI : DA HAMSIK A DE ROSSI

Diventare una bandiere del calcio è un ‘onore riservato a pochi giocatori  del panorama calcistico , che sono il simbolo non solo del loro club  di appartenenza ma dell’intera città.

Officina delle idee

Dai più gusto alla solidarietà, Africa Mission e i “limoni dell’amicizia”

Le operazioni di volontariato – quelle che intendono garantire una presenza costante e lungimirante – hanno come obiettivo principale la promozione del volontariato stesso attraverso campagne e attività di sensibilizzazione

Officina delle idee

Il Rione Terra tra passato, presente e futuro

Il Rione Terra è un agglomerato urbano che costituisce il primo nucleo abitativo di Pozzuoli, abitato fin dal II secolo a.C. Si trova su una piccola altura che permetteva di controllare bene

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi