CASERTA: LA SQUADRA MOBILE ARRESTA IL LATITANTE DEL CLAN DEI CASALESI

La Squadra Mobile di Caserta ha arrestato il latitante del Clan dei Casalesi Armando Schiavone, di 44 anni, ricercato da novembre 2017 dopo essere stato colpito da una sentenza definitiva di condanna a quasi dieci anni (9 anni e tre mesi) di carcere per associazione per delinquere di stampo mafioso e altri gravi reati connessi alle scommesse clandestine e al riciclaggio. L’uomo risulta affiliato alla fazione “Schiavone” del clan dei Casalesi, facente capo a Nicola Schiavone, primogenito del capoclan Francesco “Sandokan” Schiavone. pur avendo lo stesso cognome, non è comunque imparentato con la nota famiglia camorristica di Casal di Principe, per cui ha lavorato soprattutto come contabile.La squadra mobile di Caserta, coordinata dal vicequestore Filippo Portoghese, lo ha arrestato quando aveva ormai aveva abbandonato i suoi nascondigli tra Alife e Piedimonte Matese, ed era approdato a Cercola, comune alle porte di Napoli.
Per la Dda di Napoli, Armando Schiavone svolgeva per i Casalesi il ruolo di contabile.
L’inchiesta che ha portato alla cattura è stata coordinata dal pool antimafia diretto dal procuratore aggiunto Luigi Frunzio, sostituto Maurizio Giordano.
Al momento della cattura, Schiavone era in macchina con due uomini di 35 e 39 anni, entrambi denunciati per favoreggiamento aggravato dalla finalità mafiosa. Alla cattura si è arrivati attraverso un capillare lavoro di pedinamento di persone collegate al ricercato.

Previous NAPOLI: DIMINUISCONO I REATI MA RESTA ALTA L'INSICUREZZA NEI CITTADINI
Next COMUNICAZIONE, MAMMONE: " L'ABUSO DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE E DEGLI STRUMENTI DI PARTECIPAZIONE SOCIALE COSTITUISCE UN FENOMENO CRESCENTE E PREOCCUPANTE"

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

MATTARELLA FIRMA IL DECRETO LEGGE SU GENOVA

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il decreto legge su Genova. Lo si è appreso al Quirinale. Il testo del decreto era arrivato ieri mattina al Quirinale, ma il

ultimissime

Saviano vs de Magistris: “Si specula sui problemi di Napoli”.

Scontro durissimo tra il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris e Roberto Savaino.  Il casus belli è il commento dell’autore di Gomorra dopo il raid che due giorni fa ha

ultimissime

BOB DYLAN, IL “MENESTRELLO” DEL ROCK PREMIO NOBEL

Qualche giorno fa, l’Accademia di Svezia ha assegnato a Bob Dylan il Nobel per la letteratura – « per aver creato», dice la motivazione, «nuove espressioni poetiche all’interno della grande

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi