Caserta, picchia la moglie anche durante le cure oncologiche: arrestato

Picchiava la moglie malata di tumore. Un uomo di 38 anni è stato arrestato dalla Squadra mobile di Caserta per i reati di maltrattamenti in famiglia, stalking e lesioni, continuati ed aggravati.  Il 38enne è accusato, nell’ambito dell’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, di aver picchiato la moglie per oltre dieci anni, in particolare dall’inizio del matrimonio, e di averlo fatto anche quando quest’ultima era ricoverata perché malata di tumore. In una circostanza avrebbe staccato i drenaggi cui la donna era attaccata per le terapie oncologiche. Le violenze, che hanno coinvolto anche uno dei figli minori della coppia, sono aumentate quando la donna ha deciso di separarsi trovando il coraggio di denunciare il marito violento. Sono così iniziati i pedinamenti, le telefonate a tutte le ore del giorno e della notte, le minacce; un incubo interrotto dalla Polizia di Stato che ha condotto in carcere il 38enne.

Previous Spaccatura a Palazzo Madama:il Senato decide sul calendario. Conte in aula il 20 agosto, Salvini minaccia di ritirare i ministri
Next Lutto nella moda: addio a Giovanna Borbonese, erede del marchio di borse

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

NAPOLI TRA INCURIA E SPERANZA

Napoli la città dalle mille risorse inutilizzate. Napoli, il presepe è bello sono i pastori che non sono buoni. Vedi Napoli e poi muori.  Sono queste e tante le altre,

Qui ed ora

ABC Napoli aderisce alla manifestazione in difesa dell’Acqua Pubblica

I lavoratori di ABC Napoli e il commissario straordinario Maurizio Montalto parteciperanno alla manifestazione indetta dal Coordinamento regionale dei Comitati per l’Acqua Pubblica che si terrà domani, sabato 28 novembre,

Qui ed ora

FARESE (M5S): “SITUAZIONE POLITICA ORMAI INSOSTENIBILE, FATE SPAZIO ALLA RIVOLUZIONE GENTILE”

Gli eventi degli ultimi giorni, nati dalla contestazione nei confronti dell’onorevole Mastella in uno dei Rioni più complessi della città, con le gravi accuse di una protesta pilotata da una

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi