CATTURATO IN SPAGNA NORBERT FEHER, DETTO IGOR, IL KILLER DI BUDRIO

È stato catturato nella notte in Spagna Norbert Feher, meglio conosciuto come Igor, il killer di Budrio. È stato fermato a Teruel dopo uno scontro a fuoco in cui sono morte tre persone, fra cui due militari iberici. Tuttavia la Procura della Repubblica di Bologna, coordinando i carabinieri del Ros e del comando provinciale di Bologna e Ferrara, aveva da tempo un’attività di indagine con rogatorie in Spagna, avendo trovato riscontri sulla presenza del ricercato, di origine serba.

La possibilità che Norbert Feher, ‘Igor’, si trovasse in Spagna  è una traccia che gli investigatori stavano seguendo dall’estate, legata ad un ‘contatto’ del latitante. La pista più recente battuta portava però in Austria e a Vienna il Pm Marco Forte, titolare dell’indagine della Procura di Bologna, insieme ad alcuni carabinieri è stato in questi giorni, per un raccordo con le forze di polizia austriache.

Il ministro dell’Interno Marco Minniti, da Rimini, esprime “un ringraziamento alle autorità spagnole, all’Arma dei carabinieri e il pensiero va alle vittime di Budrio e alle vittime in Spagna. Ho incontrato i familiari delle vittime  ma li hanno incontrati soprattutto coloro che svolgevano l’attività investigativa e del controllo del territorio”.

Maria Sirica, vedova del barista Davide Fabbri, dichiara che spero che Igor sconti la pena dovuta e che possa essere finalmente fatta giustizia. Anche se questo non potrà mai cambiare il mio dramma”.

Francesca e Emanuele Verri, figli di Valerio, seconda vittima di Igor-Norbert Feher , dichiarano, per l’arresto del killer del padre, ucciso l’8 aprile: “Non possiamo certo dichiararci soddisfatti se non altro perché è costata la vita ad altre tre persone. Due militari e un civile. Il nostro pensiero va a loro e ancor di più vogliamo rivolgere la nostra attenzione verso coloro che hanno mandato nostro padre allo sbaraglio a fare un’attività di perlustrazione pericolosissima, disarmato e in una zona dove ben si sapeva che Igor vi si nascondeva. Con tanto di foto sui cellulari per poterlo riconoscere in caso si fossero imbattuti in lui”.

Previous GLI STUDENTI NAPOLETANI SCENDONO IN PIAZZA CONTRO L'ALTERNANZA SCUOLA -LAVORO
Next NUOVO SCIOPERO DI 48 ORE , PER I MEDICI, VETERINARI E DIRIGENTI DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE, L'8 E IL 9 FEBBRAIO 2018

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

Papa Francesco. «Chiedo perdono alle vittime di preti pedofili.Perdono per questa mostruosità,saremo severissimi.””

“Come può un prete, al servizio di Cristo e della sua Chiesa, arrivare a causare tanto male? Come può aver consacrato la sua vita per condurre i bambini a Dio,

ultimissime

Commissario Ue, Conte: comunicato il nome di Paolo Gentiloni

Giuseppe Conte ha informato il Consiglio dei ministri di aver comunicato alla presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen il nome di Paolo Gentiloni come membro italiano della nuova

ultimissime

Napoli: guardia giurata in  condizioni critiche dopo essere stato colpito alla testa con un pugno da un giovane rapinatore

Una guardia giurata di 64 anni è in  condizioni critiche infatti dopo essere stato colpito alla testa con un pugno da un giovane rapinatore, presumibilmente di circa 16 anni,  stava

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi