Chiara Marciani:”I componenti della giunta De Luca, stanno dimostrando di esserci e di saper operare”

Chiara Marciani è il più giovane assessore della giunta De Luca. Napoletana, 37 anni, sposata con due figli. Si è laureata a 22 anni con il massimo dei voti in Scienze politiche indirizzo internazionale, si è specializzata in programmazione, attuazione e controllo dei fondi europei. È Assessore Regionale con delega alla formazione professionale e alle pari opportunità.

La Marciani è stata ospite della trasmissione Dentro i fatti, in onda su Radio Club 91. Riportiamo ampi stralci dell’intervista rilasciata a Samuele Ciambriello e Carlo Porcaro.

 

Quando si parla di formazione professionale, il riferimento è alle qualifiche e ai profili professionali….

Abbiamo iniziato dal tavolo dell’apprendistato insieme all’assessore al lavoro. Ritentiamo che l’apprendistato sia importante perché oltre a valorizzare i ragazzi che tendono ad andare nelle botteghe-scuola, ci aiuta ad eliminare la dispersione scolastica e il lavoro nero”.

Si parla molto di Garanzia Giovani. Nell’ultimo anno nella nostra regione ci sono stati dei problemi….

Da una decina di giorni abbiamo pubblicato il catalogo online dando la possibilità ai giovani di scegliere tra gli 884 corsi rivolti a circa 16.000 candidati. Sono corso che vanno dalle 60 alle 200 ore che permettono a tutti i ragazzi iscritti a garanzia giovani di frequentare corsi di formazione. Da gennaio partirà anche l’apprendistato per l’alta formazione rivolto agli universitari con borse di studio che consentono di completare il percorso universitario. Per questo tipo di formazione sono stati stanziati 3 milioni di euro, attendiamo soltanto l’approvazione da parte del ministero”.

In queste ore si discuterà in aula il bilancio preventivo. Tra i primi punti c’è la soppressione dell’ARLAS (l’agenzia di formazione al lavoro). A chi andranno i compiti e le funzioni coperte dall’agenzia?

L’ARLAS nasce come nostro braccio operativo: in alcuni casi le attività sono tornate utili alla Regione Campania, in altri casi abbiamo riscontrato delle incoerenze. Ad esempio nelle delibere di giunte era descritto un iter ma nella realtà dei fatti le competenze della regione e dell’ARLAS non erano come invece previste dagli atti. Avere un braccio operativo con le competenze che rientrano nella Regione Campania può vederci più attivi ed efficaci”.

Da più parti si dice che l’attività di Santa Lucia sia troppo concentrata sul Presidente, ci si chiede dove siano gli assessori. Cosa ne pensa?

Noi stiamo dimostrando con i fatti di esserci. Forse all’inizio eravamo meno conosciuti, ma adesso si vedono i risultati”.

Lei è anche Assessore alle pari opportunità. Quali sono le prossime iniziative?

Prima di tutto, abbiamo iniziato a recuperare un gap di 5 anni, in quanto non esisteva un assessore alle pari opportunità nella precedente giunta. Sono stati già finanziati gli accordi territoriali di genere per offrire alle famiglie attività conciliative al fine di favorire lavoro e vita lavorativa. Un’esperienza che intendiamo senz’altro far ripartire”.

Previous Giorgio Zinno: “Il bilancio dei primi sei mesi è positivo ma si può sempre fare di più”
Next Cosa è il Natale? E quale valore ha la solidarietà? A Dentro i fatti, in onda su Televomero e condotto da Samuele Ciambriello, ne hanno discusso Don Franco Esposito, Lidia Ronghi, suor Giovanna Pantaleo e Benedetta Ferone

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

Terrorismo e morti.Londra e il Regno Unito sotto attacco. Paura nella Capitale ferita a morte

Ancora terrore nel centro di Londra e sangue sulle elezioni in Gran Bretagna, a soli quattro giorni dal voto dell’8 giugno. E’ stato un molteplice attacco quello condotto nella notte

Qui ed ora

Il covid-19 ha bloccato la sanità: serviranno mesi per tornare alla normalità

L’emergenza coronavirus ha quasi completamente bloccato per circa tre mesi le normali prestazioni della Sanità. Saltati almeno 500mila interventi chirurgici e milioni di visite e di esami. Con la ripartenza si rischia l’ingorgo

Qui ed ora

LAVORO, PALMERI: “FCA MANTIENE I LIVELLI OCCUPAZIONALI IN CAMPANIA”

   Si è concluso presso gli uffici della Regione Campania, l’incontro per l’ espletamento dell’Esame congiunto tra la Direzione della FCA Italy S.p.A. e le OO. SS. e le RSA,

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi