Cinque arresti per truffa da 10 milioni nel Cilento.

I finanzieri del comando provinciale di Salerno sono impegnati da questa mattina nello svolgimento di 11 perquisizioni, di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di cinque persone. L’associazione per delinquere di natura “familistica” era composta da quattro persone: il proprietario di un noto impianto di calcestruzzo e sua figlia, veri dominus del gruppo e già arrestati per bancarotta fraudolenta nel 2013, un fratello con il ruolo di prestanome nelle diverse società satellite ed il marito della figlia, imprenditore originario della provincia di Napoli. Oltre a queste quattro persone c’è anche un carabiniere coinvolte nelle indagini. Questa associazione reimpiegava capitali accumulati con delle operazioni di bancarotta nel settore edile. I finanzieri hanno sequestrato beni per un valore di 10 milioni, tra cui un intero impianto di produzione di calcestruzzo, 37 terreni.

Previous Esplode ordigno, a Torre Annunziata
Next Carcerati: lavoro come diritto e dignità .Un convegno a Napoli

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

BCE: DRAGHI DISCUTERA’ CON GLI INVESTITORI ALLA RICERCA DI CIO’ CHE SARA’ IL QE, IL QUANTITATIVO EASING NEL 2018

Mario Draghi riprende la parola, sarà infatti il presidente della Banca d’Italia a parlare  agli investitori, alla ricerca di ciò che sarà il quantitative easing nel 2018, l’anno del ‘tapering’ e

Economia e Welfare

PARIOTA:”IL DIALOGO TRA SORDI PORTA IN CARCERE!”

Tre ore dietro le sbarre per non aver capito che quattro coperchi dei rispettivi barattoli si pagavano a parte. Un incubo per padre e figlia arrestati in un grande magazzino

Economia e Welfare

LA REGIONE CAMPANIA ATTUA IL PIANO PER L’ EDILIZIA SCOLASTICA DESTINATO AI COMUNI, CON CIRCA 170 MILIONI DI EURO

Sara’ attuato il programma per l’edilizia scolastica della Regione Campania destinato ai Comuni, con  le delibere approvate dalla Giunta Regionale. Ragion per cui vengono destinati circa 170 milioni di euro

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi