CITTA’ DELLA SCIENZA ALLA BIBLIOTECA ALESSANDRINA DI ALESSANDRIA D’EGITTO

Dal 5 al 10 Settembre Città della Scienza sarà alla Biblioteca Alessandrina di Alessandria d’Egitto, dove svolge la seconda edizione della EMME Summer School, Scuola estiva di comunicazione Scientifica per gli attori  della comunicazione scientifica nelle regioni euro-mediterranee e  mediorientali. La scuola, promossa da NAMES la rete del Nord Africa e Medio Oriente degli science centres, vede la partecipazione attiva, nello sviluppo del progetto e nella definizione dei contenuti,  di  Città della Scienza e di altri musei europei (tra cui Universciences “La Villette” di  Parigi, Ciencia Viva di Lisbona, il Parque della Ciencia di Granada e  il Museo delle Scienze di Trento).
La Summer School sviluppa nuove competenze e profili professionali per  la gestione di science centre, musei della scienza ed eventi di  divulgazione scientifica; aiuta la nascita di nuovi luoghi ed esperienze per promuovere la diffusione della cultura scientifica nell’area Euro – Mediterranea e Mediorientale.
In una fase storica come quella attuale, dove il Mediterraneo è sempre più mare di conflitto e tragedia, e in cui le forme di fondamentalismo religioso generano mostri, il progetto assume una forza simbolica oltre che concreta: quella di ricordarci, anche attraverso il linguaggio universale della scienza, che sono i ponti e non i muri il vero progresso dell’umanità.

I paesi dell’area euro – mediterranea e del Medio Oriente condividono la stessa storia e si trovano ad affrontare oggi le stesse preoccupazioni per lo sviluppo dell’area. Inoltre, con gli eventi degli ultimi anni, vi è la necessità di creare un partenariato forte ed una stretta alleanza per sostenere la trasformazione democratica e lo sviluppo istituzionale, con l’obiettivo di conseguire una crescita sostenibile e la creazione di occupazione.
Unificando i loro sforzi, i centri scientifici possono svolgere un ruolo importante come agente di cambiamento in questo ambito. Questo significa non solo agire nelle loro aree locali limitate, ma anche a livello mondiale.
Questo è lo scopo del progetto “Euro-Mediterraneo e del Medio Oriente (EMME) la Scuola estiva per la comunicazione scientifica”, promosso dall’ ECSITE e NAMES e da alcuni dei loro membri, che mira a creare premesse per una cooperazione di lunga data nei prossimi anni.

Dopo le discussioni preliminari di lavoro, le organizzazioni partner hanno firmato IL 1° giugno 2012 a Tolosa un protocollo d’intesa accettando di cooperare al fine di lanciare il progetto dal 2013.

La prima edizione è stata lanciata nel settembre 2013 a Granada in Spagna, sotto gli auspici dell’Unesco, TWAS (Third World Academy of Science) e PAM (Assemblea Parlamentare del Mediterraneo).

La Summer School EMME mira a sviluppare, nell’area dell’ Euro-Mediterraneo e del Medio Oriente, competenze tra professionisti che lavorano nel campo della comunicazione della scienza:  gestione di centri scientifici, musei scientifici e relativi programmi (festival della scienza, club scientifici, etc.).
Gli obiettivi principali della Summer School EMME sono:  consolidare centri scientifici nell’area euro-mediterranea e del Medio Oriente, le loro attività e programmi;  sostenere lo sviluppo di nuovi centri scientifici e progetti di comunicazione scientifici;  favorire il patrocinio dei centri scientifici nella società non solo  delle istituzioni a livello nazionale e regionale;  per lo scambio di competenze, le pratiche e le attività tra i professionisti del settore; (e) per stimolare lo sviluppo di progetti di cooperazione tra i membri delle due reti.
La Summer School si rivolge ai futuri leader in questo campo, fornendo loro le competenze professionali e le competenze per lo sviluppo e la gestione di progetti sostenibili per il futuro.   La Summer School EMME si svolge ogni anno nel mese di settembre per una durata di una settimana (cinque giorni), in un diverso paese del Mediterraneo e del Medio Oriente.
Il programma di formazione prevede diversi formati di insegnamento: lezioni e contenuti teorici, così come laboratori pratici, casi di studio, visite, ecc. I relatori e mediatori sono scelti per la loro consolidata esperienza nel settore dei science centres, al fine di fornire ai partecipanti le competenze concrete e una conoscenza sulla base di esperienze pratiche.
La Summer School EMME è aperta a tutti i membri di NAMES e delle reti ECSITE, in via prioritaria a  quelli del Medio Oriente, del Nord Africa e Europa.

EMME 2015 sarà ospitata dal Science Center Planetario (CPS) presso la Biblioteca Alessandrina, Alessandria d’Egitto.

EMME si rivolge ad un massimo di 50 partecipanti che lavorano nel campo della comunicazione della scienza, concentrandosi sul middle management, operatori di medio profilo.

 

Previous Treviglio, l'ospedale apre i reparti a cani, gatti e conigli
Next DE MAGISTRIS DOPO L’ALLEANZA CON PASQUINO PRONTO ALLA CAMPAGNA ELETTORALE

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

Terrae Motus a Caiazzo, un’idea di Franco Pepe & Co.

di (Enzo Battarra)  @ondawebtv.it Si chiama Terrae Motus, ma non è la celebre collezione di arte contemporanea custodita nella Reggia di Caserta. Magari le strizza un po’ l’occhio nel nome, creando

Cultura

NAPOLI , ARRIVA IL CHRISTMAS FESTIVAL!

Si prospetta un Natale a cinque stelle a Napoli ! Infatti , saranno tantissimi gli eventi in programma ,tra cui il  Napoli Christmas Festival dal 2 dicembre al 7 gennaio

Cultura

LA CAIXA DI BARCELLONA DETTA LE LEGGI DELL’ARTE

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma ospiterà dal 19 maggio al 17 settembre prossimo la mostra ‘Conversation Piece’, una selezione di opere della collezione ‘La Caixa’, ovvero

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi