CLAUDIA NANNOLA(vicedirettrice di Secondigliano):”il valore aggiunto delle iniziative dell’associazione La Mansarda nel carcere”

L’ associazione “La mansarda”,di Samuele Ciambriello nel proporci un ciclo di incontri di letture e visioni di film ci ha stimolato sull’importanza di fare qualcosa insieme alle persone detenute.
Il valore aggiunto di queste iniziative sta, dunque, a mio avviso, proprio nel “Fare con”… non nel fare per, ma nel fare insieme.
Il carattere di continuità di questi incontri,qui nel carcere di Secondigliano,nel reparto alta sicurezza dell’Adriatico, consente ai volontari di proprorre dei libri e dei film che verranno discussi insieme e visti insieme: volontari, operatori e persone detenute, diventando occasioni di riflessioni e di confronti,anche con gli stessi autori.
Naturalmente, in carcere nulla può essere davvero libero, sarebbe una contraddizione in termini o un’ipocrisia anche solo crederlo; ed il duplice rischio di qualsiasi iniziativa o progetto è che da un lato alle persone detenute possa arrivare un messaggio furoviante: che la società “buona” è disposta a regalare loro qualcosa, rafforzando così, però, un senso di mortificazione ulteriore, perchè tutti gli altri appaiono sempre migliori e dall’altro far ipotizzare , invece, all'”esterno” un messaggio idealizzato, quale quello di vedere le persone detenute quasi come contenitori vuoti da poter riempire con qualsiasi cosa che, se positiva, possa magicamente farli cambiare..
Questi momenti, invece, stanno avendo il grande pregio di provare a restituire autodeterminazione alle persone detenute e soggettività, dando loro l’opportunità di ascoltare un punto di vista, ma anche dare voce ad un loro pensiero possa essere risconosciuto per quello che è e non giudicato.
Continuità ed affidabilità rappresentano, dunque, due prerogative indispensabili per un percorso di dignità ed, in questo senso, libertà.

CLAUDIA NANNOLA,vicedirettrice del carcere di Secondigliano

Previous RENZI:"Penso che dobbiamo essere molto chiari tutti, su questo: se una persona vuole parlare, in democrazia, ha il diritto di farlo. Il fatto che si chiami Matteo Salvini non autorizza nessuno - meno che mai i rappresentanti delle istituzioni - a schierarsi dalla parte di chi vuole impedire l'esercizio di un diritto democratico."
Next NAPOLI, CONTINUA LA "GUERRA A DISTANZA" TRA IL LEADER DELLA LEGA E IL SINDACO DI NAPOLI

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

I MITI DI NAPOLI : STORIA DI SAN GIORGIO A CREMANO

San Giorgio a Cremano, nota ai più per essere stata la città di Massimo Troisi, Alighiero Noschese e residenza di Luca Giordano, risulta essere oggi parte integrante dell’agglomerato urbano della

Officina delle idee

Le economie asiatiche

di Massimo Lo Cicero Il 2014 è stato un anno double face: sembrava che nel primo semestre si dovesse avviare la ripresa dell’economia globale, dopo la spinta iniziale degli USA

Officina delle idee

Salzano:”Istituzione Consulta di Garanzia Statutaria della Regione Campania.Le ragioni di una scelta.”

Carissimo direttore,  lo scorso luglio , su proposta del Presidente del Consiglio Regionale On. Rosa D’Amelio e del Presidente della Prima Commissione Affari Istituzionali On. Alfonso Piscitelli , il Consiglio

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi