COMMISSIONE EUROPEA : IN ITALIA , AUMENTA LA POVERTA’

Un Paese dove il numero di lavoratori autonomi è fra i più alti d’Europa (più del 22,6%), i giovani fra 15 e 24 anni che non hanno e non cercano lavoro (i cosiddetti NEET) toccano il record Ue del 19,9% (la media europea è 11,5%), la differenza fra uomini e donne che lavorano è al 20,1%, e il numero di persone che vivono in condizioni di povertà estrema (11,9%) è aumentato fra 2015 e 2016, unico caso in Ue con Estonia e Romania. È la fotografia dell’Italia offerta dall’indagine 2017 sull’occupazione e sugli sviluppi sociali in Europa (Esde) pubblicata dalla Commissione.

Il report evidenzia non solo le difficoltà che i giovani incontrano nell’affacciarsi al mondo del lavoro, ma anche tutte le conseguenze che questo comporta. Nel 2016, la disoccupazione fra i 15 e i 24 anni è stata al 37,8%, in calo rispetto al 40,3% del 2015, ma comunque la terza in Europa dopo Grecia (47,3%) e Spagna (44,4%).Allargando il campo all’intera Unione europea,, il tasso di occupazione non sia mai stato così elevato come oggi nell’Ue e la disoccupazione sia al livello più basso dal dicembre 2008, ma allo stesso tempo i giovani hanno sempre più difficoltà nell’entrare nel mercato del lavoro e, quando ci riescono, si trovano spesso in forme di occupazione atipiche e precarie come i contratti temporanei, che possono comportare una minore copertura previdenziale.Ne consegue che i giovani italiani escono dal nido familiare e fanno figli fra i 31 e i 32 anni, più tardi rispetto a una decina di anni fa e molto dopo la media Ue, che si arresta intorno ai 26 anni.

Previous Villa Guariglia , Teatri di Carta porta in scena il dramma di Medea
Next QUESTIONE MEDITERRANEO , LE DICHIARAZIONI DI MATTARELLA:"IL MEDITERRANEO E' DIVENTATO UN LUOGO DI SOFFERENZE "

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

PAPA FRANCESCO ” SPERARE ANCHE QUANDO VIENE MENO LA SPERANZA”

‘Sperare anche quando viene meno la speranza’ è questo il messaggio di Papa Francesco ai tanti pellegrini e ai componenti delle associazioni di volontariato presenti in piazza San Pietro a

Economia e Welfare

ITALIA ,RALLENTA L’INFLAZIONE !

“Il 2019 si apre con un’inflazione in rallentamento e che accentua i segnali di debolezza dell’ultima parte del 2018, scendendo sotto il punto percentuale”. Sono questi i dati evidenziati  dall’Istat

Economia e Welfare

Mercato immobiliare al top dal 2010, +6,5% nel 2018

Nel 2018 il mercato immobiliare ha registrato il quinto anno di crescita consecutivo a livello residenziale. Le transazioni sono state quasi 580.000, il dato più alto dal 2010 ad oggi,

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi