Cori: Tarip “Più inquini, più paghi” e Comune “Plastic free”

Dopo il premio Comune Riciclone 2017 con il 72% di raccolta differenziata; dopo l’aumento al 76% della raccolta differenziata nel 2018; dopo la riduzione dell’11% della tariffa Tari 2019, l’Amministrazione Comunale di Cori si pone altri due obbiettivi sulla questione ambientale. Il primo riguarda la Tarip (tariffa puntuale), in merito alla quale l’intenzione è quella di introdurre un metodo di raccolta dei rifiuti e di tariffazione che permetta di far pagare di più chi inquina di più.

In relazione a ciò la Giunta Municipale con delibera n. 69 del 10/05/2019 ha approvato un apposito progetto per partecipare al bando della provincia di Latina finalizzato alla ripartizione di risorse regionali destinate al potenziamento della raccolta differenziata e al riutilizzo dei rifiuti urbani. L’ente lepino ha inoltrato una richiesta di finanziamento che supera i 270.000,00 euro, da investire nell’acquisto di un software gestionale della tariffazione puntuale e di un sistema di ricognizione digitale dei civici per migliorare l’attività di vigilanza e verifica sull’utenza, oltre che per incrementare il parco attrezzature.

L’altro obbiettivo è quello di fare di Cori un “Comune plastic free”, libero dalla plastica. Se ne parlerà ampiamente nell’incontro con la cittadinanza fissato per sabato 8 Giugno alle ore 11:30 presso i giardini di piazza Signina. Per promuovere e concretizzare questo indirizzo di tutela ambientale tutta la comunità sarà invitata a prendere parte all’individuazione delle misure più idonee ad eliminare il consumo di plastica (posate, stoviglie ecc.), sostituendola con materiali biodegradabili e compostabili. A cominciare dalle manifestazioni pubbliche, per estendere progressivamente le buone prassi a case, luoghi di ritrovo, attività produttive e commerciali, attraverso la sensibilizzazione di famiglie, associazioni ed operatori economici.

“Un’idea che non vuole essere imposta, ma condivisa con tutti i cittadini – spiegano il Sindaco di Cori Mauro De Lillis e l’Assessore all’Ambiente Luca Zampi – crediamo che le Istituzioni debbano essere le prime a dare il buon esempio, ma ogni persona che vive o visita la nostra Città deve fare la sua parte nella salvaguardia dell’ambiente e del territorio, per rendere migliore se stessa e dare un contributo a favore delle generazioni future e del mondo in cui viviamo”.

Previous Roberto Michelangelo Giordi :“Il Sogno di Partenope”, il quarto album del cantautore napoletano di stanza a Parigi
Next Diabete: con eHealth 3.0 cambia il futuro di pazienti e medici Le informazioni saranno personalizzate e fruibili in tempo reale

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

SANITÀ, BENEDUCE (FI): PERSA TRACCIA PROPOSTA LEGGE SU SERVIZI NEUROSVILUPPO

“In Consiglio regionale si è persa traccia della proposta di legge sull’organizzazione dei servizi a favore delle persone con disturbi del neurosviluppo, patologie neuropsichiatriche e spettro autistico” è quanto dichiara

Economia e Welfare

CYBERBULLISMO: LA LEGGE FERRARA ANCORA INEFFICACE, SI DA IL VIA PER I NUOVI CENTRI DI SOSTEGNO

Dopo il suicidio della ragazzina australiana di 14 anni che ha deciso di togliersi la vita a causa delle molestie sui social, si riaccendono i riflettori sulla legge contro il

Economia e Welfare

Sanità, Ciarambino,M5S: “ASL di Benevento fuori controllo, atto aziendale più volte bocciato. Depositata nostra interrogazione”

“L’attuale Direttore Generale dell’Asl di Benevento, dott. Picker, in 18 mesi di gestione non ha ancora prodotto un atto aziendale in grado di superare il vaglio della Regione Campania, insomma

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi