Coronavirus: la glicemia alta causa complicazioni nei malati

Lo scompenso glicemico, condizione in cui i valori di glucosio nel sangue sono eccessivamente alti, è responsabile di complicanze nei pazienti anziani affetti da Covid-19. Una ricerca campana evidenzia gli effetti del controllo glicemico precoce sull’evoluzione della malattia da Coronavirus e apre nuove prospettive terapeutiche indirizzate a ridurne la mortalità.

Lo studio, pubblicato su Diabetes Care, è frutto di un’analisi su 59 pazienti ricoverati presso i reparti di Malattie Infettive dell’ospedale Sant’Anna di Caserta e dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. Il gruppo di ricerca composto da internisti, infettivologi, e biologi, e coordinato da Raffaele Marfella, professore ordinario di Medicina Interna all’Università Vanvitelli, ha evidenziato che valori elevati di glicemia, superiori a 140 mg/dl al momento del ricovero in ospedale, si associavano ad aumentato rischio di mortalità.
L’associazione fra diabete e rischio di mortalità nei pazienti con Covid-19, rileva lo studio, era ampiamente documentata. Meno chiaro era invece l’impatto del controllo glicemico sull’intensità del trattamento richiesto e sulla mortalità nei pazienti con Covid-19. La ricerca ha evidenziato che il sangue dei pazienti iperglicemici presentavano alti livelli di infiammazione e di fattori che favorivano la coagulazione.

Da qui l’ipotesi che lo scompenso glicemico possa peggiorare la malattia COVID-19 provocando gravi alterazioni dell’apparato respiratorio e cardiovascolare.
“Abbiamo osservato – spiega Marfella – che la normalizzazione precoce della glicemia, mediante insulina, si associa ad una riduzione dell’infiammazione, della coagulazione e della mortalità. Quindi una maggiore attenzione ai livelli glicemia potrebbe migliorare in modo significativo la sopravvivenza dei pazienti affetti da Covid-19”.

Previous Colloqui in carcere, Ciambriello: “Finalmente si riprende, proposte di prevenzione sulle baby-gang e inviti alla responsabilità”
Next Ercolano. Scarcerazioni boss, Coop Siani: “Costruiamo entusiasmo e non paure, continueremo a promuovere legalità!”

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

Fumo: ricercatori giapponesi trovano sostanze cancerogene nelle sigarette elettroniche

E sigarette sono propagandate come una sana alternativa alle sigarette tradizionali. Ma secondo gli scienziati giapponesi, contengono a volte più sostanze cancerogene del tabacco tradizionale. Secondo uno studio condotto dagli

Approfondimenti

La Solfatara da dimora degli inferi ad attrazione turistica

Incombe direttamente sulla città l’agorà di Efesto, pianura circondata da ciglioni infuocati che mandano spesso esalazioni come fornaci e piuttosto puzzolenti. La pianura è piena di polvere preziosa…(Strabone, Geografia V).

Approfondimenti

WASHINGTON: NUOVA FALLA PER FACEBOOK

Una nuova grana arriva per Facebook sulla privacy. Secondo il «Wall Street Journal», la società avrebbe concesso una corsia preferenziale ad alcune aziende fornendo accesso a dati di utenti. Dopo

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi