Covid-19: Innovaway conferma il suo impegno con il Competence Center Healthcare. L’azienda è al fianco dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS – Fondazione G. Pascale di Napoli per la gestione unica del Numero Verde e del centralino

Supportare l’Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori – Fondazione Giovanni Pascale di Napoli nel garantire la salute e la sicurezza dei pazienti e del personale sanitario diventando l’interfaccia unica per la richiesta di informazioni e per l’organizzazione delle visite mediche, a causa delle criticità legate al Covid-19.

È questa attività a segnare una tappa importante del Competence Center  Healthcare di Innovaway, che raccoglie competenze distintive per il mondo della sanità e che opera per promuovere iniziative e soluzioni tecnologiche  presso tutte le  strutture sanitarie, in prima linea in questo difficile momento per il Paese.
E in quest’ottica nasce  il servizio a supporto dell’Istituto dei Tumori di Napoli G. Pascale che prevede la gestione del Centralino 081 5903111 con nuove risorse dedicate e la nascita del Numero Verde 800180718 come punto di raccolta e di ottimizzazione delle visite.
Le attività saranno svolte da un team dedicato della sede di Napoli di Soccavo.

Il Gruppo Innovaway, con i suoi più di mille dipendenti tra Milano, Torino, Roma, Napoli e Tirana opera nel settore ICT e offre soluzioni personalizzate utilizzate da diversi clienti operanti in differenti settori, che vanno dall’industria alla finanza, dal retail al luxury, dai trasporti ai servizi fino alle utilities e al settore pubblico, proponendo alle aziende un’offerta riconducibile a quattro macro aree: Information Technology, Business Process Outsourcing, IT Service Management e IoT.

“Innovaway- dichiara il Direttore Generale Antonio Burinato – lavora da anni al fianco del mondo della Sanità in diversi contesti, ma alla nascita dell’emergenza Covid-19 è aumentato il nostro impegno e abbiamo scelto di mettere le nostre competenze a disposizione.
Il servizio realizzato per l’Istituto Nazionale Tumori IRCCS – Fondazione G. Pascale di Napoli nasce dalla necessità della Direzione Generale di rispondere ai forti flussi di contatti generati dal Covid-19 e in contemporanea di incrementare il livello di rapporto con i pazienti oncologici. Noi siamo stati capaci di rispondere con assoluta tempestività, confidenti che il nostro servizio possa aiutare i cittadini della Regione Campania, che comunque presentano patologie importanti, anche se diverse dal Covid-19. Peraltro non si tratta di un’iniziativa isolata, perché il nostro team è da diversi mesi impegnato in un importante progetto di innovazione e trasformazione digitale della Sanità Regionale della Campania che sta iniziando a produrre i primi risultati tangibili.”

Previous Angoscia da Coronavirus, lo Psicologo: "Meglio chiedere aiuto ora per evitare una psicopatologia domani"
Next Emergenza Covid-19, a Casalnuovo siglato accordo con il Banco Alimentare per aiuti alle famiglie bisognose

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

Ministro della sanità Grillo:”governatore-commissario? Dico no. In Campania tantissima illogicità organizzativa e programmatoria.”

No ai governatori-commissari della sanità, ribadisce a Scafati il ministro Giulia Grillo. “Che competenza ha un presidente di Regione per fare il commissario? Ce lo siamo chiesti? Bisognas assicurare al

Economia e Welfare

San Giorgio a Cremano. “Refezioneplastic free”Il sindaco consegna oltre mille kit di stoviglie riutilizzabiliZinno: “Insieme possiamo salvaguardare l’ambiente”

La refezione scolastica nelle scuole di San Giorgio a Cremano diventa totalmente plastic free. Il sindaco Giorgio Zinno e il vicesindaco Michele Carbone, hanno consegnato questa mattina i nuovi kit

Economia e Welfare

Fisco: Lega per pace fiscale 2. M5S: nessun condono, carcere evasori

“Con noi nessun condono passerà mai. Piuttosto bisogna intensificare la lotta, fino al carcere, contro i grandi evasori. Non è giusto che a pagare le tasse di chi ha evaso

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi