COZZOLINO:” PROGRAMMA ERASMUS, SOGNI, SCOPERTA DI CULTURE E MODI DI VITA,OPPORTUNITA’.”

Estate per molti ragazzi che finiscono un ciclo di studi è spesso sinonimo di viaggi all’estero, di scoperta di culture e modi di vita diversi, di opportunità da cogliere. Qualche mese fa al Parlamento Europeo abbiamo celebrato i 30 del programma Erasmus, il programma che ha creato la prima vera generazione di cittadini europei. Sono di qualche giorno fa i dati di AlmaLaurea che mostrano come tale esperienza permetta ai laureati che vi partecipano di aumentare del 12% le chance di trovare lavoro già ad un anno dal titolo. Nel 2016 15 laureati magistrali su 100 hanno fatto un’esperienza di studio all’estero con un Erasmus o con un altro programma dell’Unione europea. Tra i magistrali la diffusione delle esperienze di studio all’estero si avvicina all’obiettivo fissato per il 2020 in sede europea del 20%. Il Paese di destinazione più gettonato è la Spagna, scelta dal 30% degli interessati dalla mobilità internazionale, seguita da Francia, Germania e Regno Unito. Dati che ci confortano e che sono una spinta a fare di più in termini di investimenti su programmi come l’Erasmus. Ai giovani diventati adulti che hanno trovato lavoro con l’Erasmus, a quelli che in queste ore stanno riempiendo lo zaino di sogni e speranze alla ricerca di un’opportunità va il mio pensiero. Siete voi i testimoni di un’Europa che è anche possibilità di un futuro diverso, migliore.

ANDREA COZZOLINO,EUROPARLAMENTARE PD

Previous Bagnoli, lite sulla bonifica : Mozione di sfiducia per il presidente municipale,Diego Civitillo
Next NANTISHA ,BAND CASERTANA AL FESTIVAL DI SAMARCANDA

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

DI MAIO:” SONO ANNI CHE CHIEDO CONFRONTI CON GLI ALTRI E MI DANNO BUCA PER UNA VOLTA CHE DO BUCA IO HANNO APERTO I TELEGIORNALI PER GIORNI”

“Sono anni che chiedo confronti con gli altri e mi danno buca  per una volta che do buca io hanno aperto i telegiornali per giorni…ho chiesto un confronto con Renzi

ultimissime

TOGHE E POLITICA:NUOVI CRITERI PER LA CANDIDABILITA’,L’ELEGGIBILITA’ E IL RICOLLOCAMENTO DEI MAGISTRATI CHE ABBIANO RICOPERTO INCARICHI POLITICI.

Dalla toga alla politica il passo può essere breve ma spesso poi i piedi si lasciano in due staffe in barba a uno dei principi fondamentali di uno Stato di

ultimissime

FRANCESCHINI: “PROTEGGERE LA CULTURA E IL PATRIMONIO MATERIALE E IMMATERIALE SIGNIFICA PROTEGGERE L’UMANITA'”

“Proteggere la cultura e il patrimonio materiale e immateriale significa “proteggere l’umanità“: così ha sancito  il ministro della Cultura, Dario Franceschini, intervenendo alla 39/a sessione della Conferenza Generale dell’Unesco, aggiungendo

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi