“Criminologia e prevenzione”, domani a Napoli un workshop promosso dall’associazione “Social Skills”

Si terrà domani presso la Basilica Francesco di Paola a Napoli dalle 9.00 alle 17.00 il workshop “Crimininologia e prevenzione” promosso dall’associazione “Social Skills”.
L’Associazione si è costituita su iniziativa di professionisti del sociale con esperienza pluriennale (psicologi, pedagogisti, educatori, sociologi, assistenti sociali) uniti da uno stesso obiettivo: promuovere e favorire l’emancipazione e lo sviluppo di ogni individuo, bambino, adolescente ed adulto. L’idea di unire le forze e le competenze nasce dalla volontà e tenacia delle due socie costituenti la D.ssa D’Agostino e la D.ssa Chiapparelli.

Social Skills formula e promuove progetti nel sociale e nell’ambito socio-educativo, per il contrasto all’emarginazione e al disagio psico-sociale, con l’obiettivo non solo di prevenire e rimuovere il disagio, ma soprattutto di promuovere il benessere e migliorare la qualità della vita dell’individuo e della società

“Abbiamo deciso di organizzare – dichiara Rossella Chiapparelli- un workshop in criminologia e prevenzione per essere al passo con l’evoluzione delle scienze criminologiche in un momento storico particolare in cui l’attenzione al crimine ed alla criminalità, nonché alla criminogenesi ed alla criminodinamica risulta essere di grande attualità. Sarà un momento di incontro in cui si discuteranno ed approfondiranno diversi aspetti. La Dottoressa Simona D’Agostino parlerà di devianza e prosocialità: è l’essenza della nostra mission, questo perché la devianza è considerata una forma di disadattamento sociale ed è frequentemente correlata alla carenza di abilità sociali. E Social Skills si occupa di abilità sociali. L’ambiente familiare può rinforzare i comportamenti delinquenziali del bambino o dell’adolescente, confermandoli e approvandoli, o emarginando il soggetto etichettato come deviante. In molti casi, infatti, i bambini e i ragazzi devianti non riescono ad attuare comportamenti socialmente accettabili perché non li conoscono, o, pur conoscendoli, non hanno mai provato ad attuarli. Accade spesso che questi minori non abbiano avuto dei modelli adeguati da cui apprendere comportamenti prosociali, o, pur avendoli imparati, non abbiano avuto sufficienti occasioni e motivazioni per adottarli. In generale, i comportamenti devianti rappresentano un importante indice predittivo di un disagio, che necessita di un intervento preventivo specialistico ed immediato. Promuovere percorsi personali, gruppali, esperienziali che allenino alle Life skills: noi ci crediamo e ci puntiamo tutto”.

PROGRAMMA E RELATORI :

D.ssa Rosa Chiapparelli Modera i lavori
Assistente sociale – Mediatrice Civile- Presidente Associazione Social Skills
D.ssa Simona D’Agostino
Pedagogista esperta in devianza e problematiche familiari – Vicepresidente Associazione Social Skills
Dalla devianza alla prosocialità
D.ssa Paola Migliozzi
Pscicologa e psicoterapeuta – Associazione Il Filo
Che tu sia per me il coltello. La codipendenza affettiva
D.ssa Maria Luisa Liberatore
Assistente sociale Responsabile del Servizio di Conciliazione e Mediazione Penale Minorile del Comune di Napoli
Dott. Sergio Caruso
Criminologo clinico – Pedagogista esperto in prevenzione
Dal fallimento educativo al Delitto. Criminogenesi, Profiling e Prevenzione
D.ssa Mariarosaria Alfieri
Criminologa – Presidente Associazione Criminalt
Disagio, devianza e crimine: il percorso criminale negli adolescenti. interventi e prevenzione minori a rischio
Avv. Prof Gennaro Mazza
Capo dipartimento e docente di grafologia criminalistica del Polo Grafologico dell’Università degli studi di Napoli Pegaso
La grafologia come strumento di indagine criminalistica
Dott.ssa Marialucia Tirelli
Grafologo giudiziario – A.GRA.GI
Crimini e Scrittura: casi pratici
Prof. Luigi Di Santo
Docente Università degli Studi di Cassino
La vittima e il Carnefice. Riflessioni sulla tortura
D.ssa Tonia Bardellino
Criminologa – Sociologa
La società attuale tra anomia e devianza, follia e normalità: ambiti e limiti delle scienze sociali
Admo – Associazione Donatori Midollo Osseo
Prof. Luigi Del Vecchio – Docente Università Federico II – Responsabile del Registro Regionale Campania dei donatori
Istituto Salesiani Don Bosco
Don Carbone Antonio – Salesiano, Assistente Sociale.
“Prassi di prevenzione e recupero in contesti territoriali ad alto rischio”
Saluti istituzionali

Roberta Gaeta – Assessore al Welfare Comune di Napoli

Daniela Puzone – Assessore Pari Opportunità Comune di Mugnano di Napoli

Giuseppe Centomani – Dirigente Centro Giustizia Minorile Campania

Teodora Tiziana Rizzo – Presidente Inamef

Antonella Bozzaotra – Presidente Ordine Psicologici Campania

Invitati: Luigi De Magistris – Sindaco Comune di Napoli

Luigi Sarnataro – Sindaco Mugnano di Napoli

Previous Napoli: Moxedano, finalmente prevale buonsenso istituzionale
Next IL CARD.SEPE AL LICEO MAZZINI:"IL CARATTERE NON CONTENIBILE E NON MISURABILE DELLA CARITA'."

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

ROSTAN:”SICUREZZA,QUESTIONE SOCIALE.UN PRIMO INTERVENTO DEL GOVERNO”

Più strumenti nelle mani dei sindaci per proteggere i cittadini, prevenire gli atti di criminalità, tutelare le città e lavorare con le comunità sul senso di sicurezza, che rappresenta una

Economia e Welfare

Museo del mare e dell’emigrazione : Consiglio regionale e AdSP Mar Tirreno Centrale firmano Protocollo d’Intesa

È stato siglato stamattina il Protocollo d’intesa che avvia la collaborazione tra l’Autorità di Sistema del Mar tirreno Centrale e il Consiglio Regionale – Consulta per l’emigrazione per la realizzazione

Economia e Welfare

TEATRI BENEVENTO, M5S: GESTIONE FANTASIOSA DEI FONDI REGIONALI. SI FACCIA LUCE

  “Il modo in cui le amministrazioni utilizzano i soldi pubblici ha spesso del fantasioso. E’ il caso dell’amministrazione comunale di Benevento che aveva ricevuto dalla Regione Campania un finanziamento

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi