DEBITO ITALIANO ,PADOAN :”SIAMO USCITI DALLA CRISI MA BISOGNA GUARDARE AVANTI “

“Nell’autoflagellazione che ci piace tanto indichiamo spesso altri Paesi che hanno una crescita più alta, senza notare che se la hanno è spesso perché sono fuori dalle regole o perché hanno un problema bancario ancora da affrontare”. Così si è espresso il ministro dell’Economia Italiana , Pier Carlo Padoan, che evidenzia ” come in questi anni di crisi il debito italiano è aumentato ma molto meno che in altri Paesi”.

Per il ministro dell’Economia ,l’obiettivo è guardare avanti :“Non bisogna pensare di esser usciti dalla crisi.Siamo usciti – ha specificato Padoan – ma per carità guardiamo avanti, guardiamo indietro solo per tirare un sospiro di sollievo ma soprattutto guardiamo avanti”.

Previous G7 DI TORINO: SCONTRI TRA LA POLIZIA E I MANIFESTANTI, UNO DEGLI SLOGAN E' " VOI NELLE REGGE, NOI NELLE PIAZZE"
Next REFERENDUM IN CATALOGNA: SONO CENTINAIA I CATALANI CHE OCCUPANO I SEGGI ELETTORALI PER IMPEDIRE LA CHIUSURA DA PARTE DELLA POLIZIA

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

RISCHIO ESTRAZIONI PETROLIFERE NEI PARCHI NATURALI VIRUNGA E SALONGA DELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO, INTERROGAZIONE ALLA UE DI PEDICINI (M5S)

Su decisione del governo della Repubblica democratica del Congo (Rdc) vaste aree di due pregiati e importanti parchi naturali nazionali, il Virunga e il Salonga, potrebbero essere declassificate da aree

Economia e Welfare

I Radicali per il Mezzogiorno europeo ricordano Aldo Loris Rossi: le parole di Minieri e Martucci

I Radicali per il Mezzogiorno europeo hanno commentato attraverso le parole di Raffaele Minieri ed Emilio Martucci la triste notizia della morte di Aldo Loris Rossi. Urbanista nonché uomo molto

Economia e Welfare

La Comunità di Sant’Egidio: un porto di speranza

«Vogliamo essere vicino ai migranti, per questo motivo, se ci saranno altri sbarchi al porto di Napoli, noi saremo li ad aiutare i soccorsi». A parlare è Antonio Mattone, della

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi