DIEGO GUIDA: “NOI EDITORI DEL SUD CHIEDIAMO ATTENZIONE PARTICOLARE DA PARTE DELLE ISTITUZIONI”

 

Diego Guida, editore, consigliere nazionale dell’AIE (Associazione Italiana Editori) e membro del comitato direttivo, è stato ospite di Samuele Ciambriello nel corso della trasmissione “Dentro i fatti” in onda settimanalmente su Radio Club 91.

 

Nei giorni scorsi al Pan si è tenuto un incontro con gli stati generali dell’editoria internazionale. Di cosa si è discusso?

“L’incontro al PAN ha rappresentato un momento importante per noi editori della Campania che abbiamo avuto modo di incontrare colleghi provenienti dagli Stati Uniti, dal Marocco, dalla Tunisia, dalla Polonia, dalla Turchia e da altri Paesi per lo scambio di dei diritti. Ci lamentiamo sempre della difficoltà della nostra editoria di uscire dai confini nazionali e questa per noi è stata un’ottima opportunità. Credo che anche i risultati siano stati buoni perché molti colleghi hanno negoziato e intermediato acquisti e vendite di diritti”.

 

Come Lei ha ribadito, ora bisogna dare spazio ai fatti…

“Ora bisogna strutturare queste azioni. Noi editori diamo dei segnali molto forti e questa è stata un’importante manifestazione pubblica. Ora è indispensabile e non più prorogabile una normativa e un’attenzione specifica da parte della nostra regione”.

 

Il vostro è un patrimonio prezioso e va sostenuto. Cosa chiedete alle istituzioni?

“Noi editori non avanziamo esclusivamente richieste economiche. La nostra richiesta è quella di avere un’attenzione particolare. È inconcepibile che si ragioni soltanto su diritti e brevetti delle proprietà industriali, come è avvenuto lo scorso 17 dicembre in occasione di un incontro promosso da Sviluppo Italia Campania, non considerando che tutto sottende al diritto d’autore”.

 

Quando parliamo di sviluppo del comparto culturale consideriamo anche tutto quello che c’è intorno (cinema teatro ecc). Di tutto questo ci accorgiamo soltanto quando si verifica un grande evento…

“Sì, ci accorgiamo dopo del nostro grande patrimonio culturale e non facciamo nulla affinché diventi un sistema che permetta di avere una visibilità e un’attenzione particolare al di fuori del nostro territorio.  Ci aspettiamo che la regione comprenda quanto l’editoria sia messa a sistema con le attività del cinema, del teatro ecc”.

 

Un’ultima domanda su Napoli. Questa città di cosa ha bisogno? Come possiamo parlare di speranza?

Napoli sta dando dei segnali di grande vitalità. Nel mondo del libro, dopo la chiusura di tante attività storiche e dopo un momento di sconforto, le attività private si sono rivoltate e stanno aprendo tante librerie e sigle editoriali. C’è una profonda diversità dovuta al cambiamento dei tempi. Non esiste più il grande negozio, ma realtà che dimostrano attenzione verso il settore. Il segnale dal privato è partito, ma è necessario che non si lasci tutto alla libera interpretazione ma che venga strutturato un percorso culturale”.

Previous LIBERARE LA SPERANZA: A NAPOLI UN CONVEGNO ALLA PRESENZA DELL'ARCIVESCOVO DI NAPOLI, CRESCENZIO SEPE
Next CARMANDO A RADIO CLUB 91:"IL MERCATO VA FATTO CON ATTENZIONE. NAPOLI? SQUADRA PIÙ FORTE DEL CAMPIONATO"

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

CITTA’ DELLA SCIENZA ACCOGLIE LA MOSTRA “HUMAN BOIES-THE EXHIBITION” CON OLTRE 40 MILIONI DI VISITATORI NEL MONDO

Ha aperto le danze  a Città della Scienza di Napoli la mostra ‘Human Bodies- The Exhibition‘ che ha ripreso  oltre 40 milioni di visitatori nel mondo, con  testimonial della mostra è

Cultura

CAMPANIA , UN WEEKEND ALL’INSEGNA DELLA MUSICA : 24 CONCERTI GRATUITI

Un weekend all’insegna della musica ! In Campania ,  tra i  tanti eventi organizzati in questo caldo weekend di agosto, ci sono anche molti concerti gratuiti .  Tanta buona musica in

Cultura

Donne e Madonne :Al via il concorso “Mare Mota”. Il premio della critica sarà assegnato da Enzo Biffi Gentili

Al via la quarta edizione della Mostra Concorso “Mare Mota”, che avrà per oggetto il tema intrigante “Donne e Madonne” e si terrà dal 15 dicembre 2017 al 15 gennaio

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi