DOCENTI, M5S: ACCORDO MIUR SINDACATI CREA NUOVA DISCRIMINAZIONE E NON RISOLVE PROBLEMA

“L’accordo sulla mobilità dei docenti siglato circa due settimane fa tra Miur e sindacati – ad eccezione della Gilda – è stato una toppa quasi peggiore del buco, dal momento che è stata creata un’ulteriore discriminazione tra quanti avranno la titolarità su cattedra, è dunque insegneranno la  disciplina nella quale si sono formati e chi, invece, sarà inserito nel bacino della chiamata diretta e, dunque, sarà subordinato alle scelte soggettive dei presidi”.

Lo affermano i parlamentari del M5S in commissione Cultura di Camera e Senato commentando la risposta del Miur all’interrogazione presentata questa settimana alla Camera dal deputato Luigi Gallo.

“Paradossalmente, questo accordo creerà un’ulteriore discriminazione dopo i danni compiuti dalla Legge 107, dal momento che la mobilità straordinaria non rispetterà l’ordine di precedenza delle assunzioni, a danno degli assunti in fase 0, A e B”.

Previous PAESAGGIO RURALE: UNA MOSTRA FOTOGRAFICA PER CELEBRARE LA BELLEZZA DEL SANNIO BENEVENTANO
Next PER LA PRIMA VOLTA IN EUROPA 'SERVE THE PEOPLE. CHINA': UNA MOSTRA INEDITA PER RACCONTARE LA CINA

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

TERREMOTO. PD: NOSTRI EMENDAMENTI PER CITTADINI, IMPRESE, ENTI LOCALI

“Il decreto terremoto, che il Governo Gentiloni ha voluto come ultimo atto del suo lavoro, e’ di vitale importanza e risponde ad una grande attesa delle popolazioni colpite. Come senatori

Qui ed ora

SFIORATA TRAGEDIA AL VESUVIO. AUTOBUS PERDE IL CONTROLLO CON 35 TURISTI CINESI A BORDO

Tragedia sfiorata al Vesuvio. Un autobus con a bordo 35 turisti cinesi piu’ l’autista , per cause inerenti le cattive condizioni climatiche e la pavimentazione scivolosa e’ uscito fuori strada

Qui ed ora

Turchia, ancora un attentato

A pochi giorni dalla strage di capodanno un nuovo attentato in Turchia, questa volta a Smirne. Un gruppo di attentatori ha assalito con un’autobomba il Palazzo di Giustizia di Smirne.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi