DOPO L’INCENDIO ALL’EX MACELLERIA SOCIALE DI ARZANO, LE ASSOCIAZIONI CHE GESTISCONO IL BENE CONFISCATO ALLA CAMORRA NEL 1996, REAGISCONO ED ORGANIZZANO UN PRESIDIO PERMANENTE

Proseguono le indagini dei carabinieri sull’ incendio che la  notte del 19 aprile ha devastato parte dell’ex Macelleria Sociale di Arzano, bene confiscato alla camorra nel 1996, affidato  dal Consorzio Sole alle associazioni  Aria Pulita, Dal basso, Legambiente Arzano e Movimento Vivace.

Meno di un mese fa, i volontari avevano preso possesso dell’immobile e nonostante l’accaduto – non si esclude pista dolosa – fanno sapere da un comunicato diramato in queste ore che ” l’impegno proseguirà con maggiore determinazione”.

#SOLOPASSIAVANTI – Allo scopo di sensibilizzare e coinvolgere le energie sane della cittadinanza nel processo di recupero e restituzione del bene alla collettività, le associazioni  dell’ex Macelleria Sociale, hanno indetto per venerdì 22, alle ore 17,  un presidio in Via Pascoli ad Arzano.

Previous "IL SALOTTO A TEATRO", A CASERTA, INCONTRA GIULIO SCARPATI E VALERIA SOLARINO. AI DUE ATTORI IL PREMIO "PULCINELLAMENTE"
Next A CITTA' DELLA SCIENZA, L'INCONTRO "SVUOTARE GLI ARSENALI, COSTRUIRE LA PACE". PRESENTI, TRA GLI ALTRI, ANCHE CECILIA STRADA, FIGLIA DI GINO E PRESIDENTE ID EMERGENCY

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

Carcerato da 30 anni, detenuto chiede e ottiene l’eutanasia

Per la prima volta un detenuto in Belgio ha richiesto e ottenuto di essere ucciso sottoponendosi all’eutanasia. Frank Van Den Bleeken, internato in una prigione da quasi 30 anni per

Economia e Welfare

Sales: ‘I fondi strutturali sono in grado da soli di garantire sviluppo nel Mezzogiorno?’

di Isaia Sales Da soli i fondi europei non sono in grado di ridurre il divario, né tanto meno di avviare un processo di sviluppo. Essi, per il modo in

Economia e Welfare

ITALIA: FINITO IL PERIODO DI TREGUA, E’ IN ARRIVO UNA NUOVA ONDATA DI CALDO, IL PICCO SI AVRA’ LUNEDI’ CON 38 GRADI

L’Italia ha avuto un breve periodo di tregua dal caldo, che sta per terminare. Infatti è in arrivo  la sesta ondata di caldo dell’estate.  Il picco è previsto lunedì, quando si

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi