Archivio

IL POPULISTA E’ L’ESATTO CONTRARIO DEL RIFORMISTA. E SCALFARI… CERCASI STATISTA DISPERATAMENTE.

    Diciamo subito che il populismo che fa leva sul malessere e la paura delle persone, non si può battere con il populismo di Governo, ai vari livelli, delle

ISTAT:UN ITALIANO SU TRE A RISCHIO POVERTA’ ED ESCLUSIONE SOCIALE. DILAGA LA POVERTA’. CI VORREBBE MENO POPULISMO E DEMAGOGIA.

Arrivano i dati ISTAT che stimano in 4 milioni e 742mila persone  a rischio povertà assoluta ed esclusione sociale. Ci vorrebbero campagne di “ascolto” dei politici, dei sindacati, delle forze

DISABILI:RICCHEZZA PER LA SOCIETA’. OLTRE UN TERZO DELLE PERSONE DISABILI VIVE DA SOLO, SCARSI I SERVIZI.

Diciamoci la verità:non basta una giornata,ancorchè Internazionale,per far luce sulle condizioni dei disabili,per renderli protagonisti.Ci sono ancora troppe barriere.La disabilità non è contagiosa, l’ignoranza sì, recitava uno slogan della giornata.L’Italia

Rapporto Censis: l’Italia soffre di “mal di futuro”. Un Paese,in ripresa lenta, diviso tra “coccole di massa” e “rancore”

Non è più lo zero virgola, il nostro Paese sta vivendo “una vigorosa ripresa congiunturale, eppure  non abbiamo ancora voltato pagina,l’Italia soffre di “mal di futuro”. Un Paese diviso tra

DON LORENZO MILANI: PRETE SENZA ETICHETTE, SERVI’ IN MODO ESEMPLARE I POVERI, IL VANGELO E LA CHIESA. BARBIANA:UN MIRACOLO LAICO.

Su don Lorenzo Milani è stato scritto molto, suona quasi scontato, a mezzo secolo dalla morte, parlare di attualità del parroco di “Barbiana, parrocchia di niente”, dove però arrivano personalità

Ricerca Ipsos. I cattolici tra presenza sociale e nuove domande alla politica. Un cattolico su tre senza partito. Ius culturae, cattolici favorevoli.

“La Chiesa è ciò che di più solido oggi esiste nel nostro  Paese –ma questo non significa che i cattolici oggi vogliano una rappresentanza politica unitaria. Lo indicano solo il