IL MOV5STELLE DICE NO AL BACIO DELLA MORTE DI SALVINI. GRILLINI E DEM POSSONO CONVIVERE SE NON VINCONO RIPICCHE E INSULTI.

Quindi il mendicante leghista tenta la retromarcia, si pente e propone Di Maio premier. Che dice no a questo bacio della morte. Il Mov5stelle ha deciso: martedì cade il Governo. Salvini ubriacato dai sondaggi, dalle piazze e dalle spiagge è rimasto spiazzato. Chiedeva nuove elezioni e pieni poteri. In queste ore proverà il Cazzaro verde qualche mossa da prima Repubblica o qualunque convergenza pelosa pur di restare al Governo, pur di continuare a fare il Ministro dell’ Inferno. Conte lo contrasta e gli ricorda che bene o male è lui il presidente del Consiglio. La mosca cocchiera dei Cinquestelle rappresenta chiaramente un intralcio ai progetti salviniani. E addirittura Berlusconi detesta i sovranisti ed ostenta, con una parte del suo partito,una politica filoeuropeista. E poi il presidente Mattarella, l’inchiesta su Moscopoli,è tornata in campo la sinistra,che si era addormentata. Povero Salvini. Ci sono crepe e perplessità anche all’interno della Lega sulle ultime scelte del leader.

Nella domenica delle bocche cucite si studiano a distanza le mosse l’uno dell’altro, in vista delle “Comunicazioni” del presidente Conte. Il dizionario della crisi tra tappe, mosse ed esiti, fa uscire alla ribalta anche qualche grillo parlante. L’ultimo è Calenda che attacca Renzi con le stesse parole di Salvini e minaccia di creare un nuovo partito:Scelta Civica2.

L’eventuale governo M5stelle-centrosinistra è tutto da costruire e pieno di incognite, ma fanno bene Zingaretti e Di Maio a far parlare le seconde file. Se non vincono insulti e ripicche, grillini e dem possono convivere per costruire un accordo che duri l’intera legislatura. Si incominci a mettere insieme il buon senso e il “bene comune.”

Previous IL RISIKO. RENZI SPARIGLIA. SALVINI IN UN ANGOLO. DI MAIO SOTTO TUTELA. E#ILSENZADIME DIVENTATO #ANCHECONME CONVERTE I CIALTRONI IN "RESPONSABILI."
Next DEVE NASCERE UN GOVERNO POLITICO A TUTTO TONDO. UN TRIDENTE:MOV5STELLE-PD-LEU. MA SERVE UNA FORTE DISCONTINUITA'

L'autore